Federalberghi: inspiegabile dietrofront sulle locazioni brevi, intervenga il governo

Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi 

ROMA – «Inspiegabilmente, un emendamento che la scorsa settimana era stato considerato ammissibile, ieri sera e’ diventato inammissibile. Quando, qualche giorno fa, abbiamo parlato di interminabile gioco dell’oca, mai avremmo pensato che si sarebbe giunti a tanto».

E’ questo il commento del Presidentedi Federalberghi alla notizia del dietrofront in Senato sul tema delle locazioni brevi: venerdi’ scorso era stato approvato un emendamento ai sensi del quale chiunque avesse destinato all’attivita’ di locazione breve piu’ di quattro appartamenti sarebbe stato consid.erato a tutti gli effetti un imprenditore. E ieri l’emendamento e’ stato cassato. «Il Governo batta un colpo – prosegue Bocca -. Se veramente si vuol tutelare i consumatori e la concorrenza, non e’ necessario il passaggio parlamentare. Da piu’ di tre anni, gli operatori onesti sono in attesa del regolamento previsto dal decreto n. 50 del 2017 (articolo 4, comma 3 bis), che deve definire i criteri in base aiquali l’attivita’ di locazione breve si presume svolta in forma imprenditoriale»

affitti brevi, Bocca, federalberghi

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080