Prato: ordine di custodia in carcere per 13 persone ritenute responsabili di spaccio di stupefcenti

PRATO – E’ in corso un’operazione degli investigatori della Polizia di Prato e del Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine a Prato, Pistoia, Porretta Terme (Bologna), e Signa (Firenze). Gli agenti stanno eseguendo una misura cautelare che dispone 13 custodie in carcere, un divieto di dimora con contestuale obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e cinque divieti di dimora nei confronti di 19 persone, ritenute responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini, avviate nel settembre del 2019 e supportate da attività tecniche e dall’impiego di operatori sotto copertura, hanno consentitodi raccogliere gravi elementi indiziari nei confronti di un gruppo composto da 17 cittadini nigeriani, un guineano e un ghanese, dediti alla commercializzazione di eroina e marijuana a Prato, in particolare vicino alla Stazione Centrale, al centro, da diversi anni, di episodi delittuosi di criminalità diffusa connessi e indotti dal fenomeno del cosiddetto ‘pendolarismo’ dello spaccio.

custodie cautelari, prato, spaccio stupefacenti


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080