Coronavirus in Toscana: 18 morti, oggi 1 novembre. 173 in terapia intensiva. E 2.379 i nuovi contagi. Focolai in varie zone

FIRENZE – Sono 18 i morti per coronavirus oggi, 1 novembre, in Toscana. Un numero inferiore rispetto a ieri (erano 25) ma sempre troppo elevato, che indubbiamente pesa nelle responsabilità di chi ha sprecato tempo e risorse invece di correre ai ripari. E aumentare, per esempio, il numero e la frequenza dei mezzi pubblici, evitando le «tonnare» che ci sono viste in particolare dopo la riapertura delle scuole. E sono molti anche i nuovi contagi: 2.379 (1.962 identificati in corso di tracciamento e 417 da attività di screening). L’età media dei  casi odierni è di 45 anni (il 17% ha meno di 20 anni, il 25% tra 20 e 39 anni, il 32% tra 40 e 59 anni, il 18% tra 60 e 79 anni, il 8% ha 80 anni o più). Il totale dei positivi da inizio pandemia ha sfondato quota 45mila: esattamente sono 46.642.  I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.106.715, 15.841 in più rispetto a ieri. Sono 9.309 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 25,6% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 1.127 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 29.974, +7,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.279 (70 in più rispetto a ieri), di cui 173 in terapia intensiva (10 in più). Il problema? In varie zone della Toscana si registrano focolai preoccupanti. Sono di ieri le notizie riguardanti i cluster di Montaione e di Empoli. Ma anche dalle scuole arrivano, quotidianamente, informazioni di classi in quarantena. Sarebbe quindi del tutto inappropriato, privo di efficacia e anche ingiusto, decidere, come vorrebbero alcuni presidenti di Regione, di chiudere in casa gli over 70. E per gli sconsiderati under che cosa si fa? Si arrestano?
Oggi, come detto, si registrano 18 nuovi decessi: 9 uomini e 9 donne con un’età media di 85 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 5 a Firenze, 3 a Prato, 2 a Massa Carrara, 2 a Livorno, 6 a Arezzo. Sono 1.363 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 488 a Firenze, 70 a Prato, 95 a Pistoia, 197 a Massa Carrara, 157 a Lucca, 122 a Pisa, 85 a Livorno, 72 ad Arezzo, 37 a Siena, 26 a Grosseto, 14 persone sono decedute in Toscana, ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 36,5 x100.000 residenti contro il 64,0 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (101,1 x100.000), Firenze (48,3 x100.000) e Lucca (40,5 x100.000), il più
basso a Grosseto (11,7 x100.000).Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 14.086 i casi complessivi ad oggi a Firenze (750 in più rispetto a ieri), 3.717 a Prato (220 in più), 3.720 a Pistoia (290 in
più), 2.925 a Massa (51 in più), 4.650 a Lucca (177 in più), 5.926 a Pisa (287 in più), 3.234 a Livorno (217 in più), 4.387 ad Arezzo (226 in più), 2.031 a Siena (63 in più), 1.416 a Grosseto (98 in più). Sono 550
i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 1.260 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 732 nella Nord Ovest, 387 nella Sud est. La Toscana si trova al 8° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 1.251 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 1.126 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 1.501 casi x100.000 abitanti, Prato con 1.442, Pisa con 1.414, la più bassa Grosseto con 639.Complessivamente, 28.695 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (2.060 in più rispetto a ieri, più 7,7%). Sono 30.546 (238 in meno rispetto a ieri, meno 0,8%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 11.013, Nord Ovest 12.327, Sud Est 7.206). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.279 (70 in più rispetto a ieri, più 5,8%), 173 in terapia intensiva (10 in più rispetto a ieri, più 6,1%).Le persone complessivamente guarite sono 15.305 (231 in più rispetto a ieri, più 1,5%): 716 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni
cliniche associate all’infezione e 14.589 (231 in più rispetto a ieri, più 1,6%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

18 decessi, 2.379 nuovi contagi, coronavirus in Toscana, guarigioni, regione, terapia intensiva


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080