Skip to main content

Michael Schumacher continua a lottare, lo dice Jean Todt

Michael Schumacher

GINEVRA – E’ ancora una volta Jean Todt a emozionare i tifosi e gli appassionati di Formula Uno con le sue parole, relative allo stato di salute e alle condizioni di Michael Schumacher che, afferma il presidente della Fia, continua a lottare. Todt è tornato a far visita a Schumacher, come spesso avviene compatibilmente con la situazione che interessa Michael e con l’avallo della famiglia e dell’equipe medica che segue il campione di F1 e della Ferrari oggi, a distanza di quasi sette anni dal terribile incidente di Meribel.

Di lui è trapelato un esiguo numero di dettagli sulle sue visite, come avvenne quando fu trasferito a Parigi per sottoporsi a cure sperimentali a base di cellule staminali, e qualche frase appena indicativa della sua attuale esistenza da parte dei pochi amici che lo affiancano, come Felipe Massa e Todt.

Quanto a Mick, figlio del campione e pilota anche lui, il presidente della Fia ha disegnato un futuro roseo per il figlio di Schumi che già dal 2021 possa guidare una monoposto: “Probabilmente correrà in F1 il prossimo anno, siamo lieti di avere di nuovo uno Schumacher ai massimi livelli delle corse automobilistiche”.


Paolo Padoin

Già Prefetto di FirenzeMail

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741