Coronavirus: Spagna vaccinerà 47 milioni di cittadini entro metà 2021

 EPA/JuanJo Martin

MADRID – Il governo Sanchez procede con la strategia delle vaccinazioni senza esitazioni, e prevede che gran parte dei 47 milioni di spagnoli saranno vaccinati contro il coronavirus entro la metà del 2021. Lo ha annunciato il premier Pedro Sanchez, riferendo che il governo ha messo a punto, un piano generale di vaccinazioni, anche senza necessità di nominare un Arcuri spagnpolo, che sarà presentato nella riunione di gabinetto di martedì. Il governo, ha detto Sanchez, lavora da settembre a questo piano, che farà della Spagna il primo Paese della Ue, insieme alla Germania, ad attuare uno schema di immunizzazione di massa di queste dimensioni. Giuseppi prenda esempio dalla concretezza di Sanchez, meno sceneggiate e conferenze stampa, meno consulenti e commissari, ma più atti concreti.

metà 2021, sanchez, spagnoli, vaccino

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080