Italia, Francia e Germania favorevoli

Covid-19: Natale, accordo a livello europeo per fissare regole comuni

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

BRUXELLES – Un accordo a livello europeo per uniformare le misure restrittive che scatteranno con le vacanze di Natale e Capodanno, il tentativo di riaprire le scuole coinvolgendo i sindaci delle grandi città prima di Natale nella prima data utile e l’ulteriore stretta sugli spostamenti tra il 24 dicembre e il 6 gennaio, con il divieto di feste e appuntamenti di piazza, cenone a numero chiuso, con forse 6, massimo 8 persone.

Di un coordinamento europeo sulle misure hanno parlato lo stesso Conte e il presidente della Commissione Ursula Von Der Leyen in una telefonata nella quale, dice il premier, c’è stato un ottimo scambio di vedute su questo e altri temi. Se da questo si arrivi poi ad un risultato concreto è tutto da vedere anche se una sponda è arrivata dal presidente francese Emmanuel Macron che ha definito impossibile immaginare l’apertura di funivie e seggiovie per le feste.

Di tutt’altro avviso è invece il ministro del turismo di Vienna Elisabeth Koestinger. “on posso condividere l’iniziativa italiana. In Austria ci sarà di certo un turismo invernale poiché i nostri operatori si baseranno su un ampio protocollo di sicurezza. In caso Bruxelles dovesse imporre lo stop, sia l’Ue a ristorare un settore che dà lavoro a 700mila persone».

Un tema questo che sarà sicuramente sul tavolo. Anche perché, alla luce delle scelte di Italia e Francia è possibile che si arrivi comunque ad una decisione comune – Svizzera esclusa per il momento visto che ha già aperto gli impianti – puntando ad un’apertura nel mese di gennaio e salvando così almeno parte della stagione

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: