Parigi: incidenti e incendi causati da black block, protesta legge sicurezza globale

PARIGI – Gravi incidenti sono scoppiati a Parigi in occasione della manifestazione organizzata dagli oppositori alla proposta di legge sulla sicurezza globale. Il testo della legge è sotto accusa perché si ritiene, a detta dei manifestanti,  che  violi la libertà di stampa, di espressione e di manifestazione oltre a prevedere strumenti di sorveglianza di massa.  Numerose vetture sono state incendiate durante il percorso della marcia. Gruppi di giovani hanno lanciato oggetti contro la polizia nell’est di Parigi, avenue de Gambetta. Gli agenti hanno risposto con i lacrimogeni. Vetrine di negozi e di agenzie di banche e assicurazioni sono andate in frantumi, molti i petardi lanciati e i cassonetti in fiamme. Almeno sei vetture e un camion parcheggiati lungo l’Avenue Gambetta sono state incendiate e molte vetrine di negozi, banche e agenzie sono state danneggiate dai black block vestiti di nero, che si spostavano da un luogo all’altro. I pompieri stanno accorrendo nella zona di place Gambetta dove, secondo la prefettura, è in corso un grosso incendio.

Sono state erette barricate e, per permettere l’arrivo dei pompieri che dovevano spegnere gli incendi, la Polizia ha diviso in due il corteo che stava avanzando, composto da circa 500 persone fra le quali gilet jaunes e militanti antifascisti. Sono stati eseguiti 22 fermi tra i manifestanti, il ministro dell’Interno Darmanin ha condannato i numerosi atti di vandalismo e gli scontri che centinaia di estremisti hanno ingaggiato con le Forze dell’ordine.

Qui sotto il filmato degli incidenti, ripreso da twitter.

incendi, legge sicurezza globale, parigi, scontri


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080