Skip to main content

Firenze: albero di Natale di 18 metri da Montemignaio al Piazzale Michelangelo

Albero di Natale a Piazzale Michelangelo: viene dal Casentino (Foto Palinko)

FIRENZE – Sarà acceso dal sindaco, Dario Nardella, anche l’albero di Natale alto 18 metri che domina Firenze dal Piazzale Michelangelo e arrivato dai boschi di Montemignaio, in provincia di Arezzo. Domina Firenze dall’alto, dal piazzale Michelangelo, uno degli alberi di Natale che il sindaco Dario Nardella accenderà questa sera. Non è lo Spelacchio di Roma, di qualche anno fa. Si tratta di un bell’abete curato e rigoglioso. Per trasferirlo, all’alba di martedì scorso, è stato necessario un trasporto eccezionale.  E’ stato fornito al comune di Firenze dall’azienda agricola Baggiani Andrea e Daniele, padre e figlio che da anni portano avanti quest’attività e che, anche in questo difficile Natale funestato dalla pandemia, sono comunque presenti con la loro produzione in molte città italiane (oltre a Firenze anche ad Ancona e a San Gimignano, solo per citare alcuni esempi) per dare un segno di speranza e guardare con un po’ di fiducia al futuro.

Grazie alla produzione di abeti, Montemignaio è uno degli esempi di come la montagna e la sua gente possono curare l’ambiente, salvaguardando quello che la natura può dare all’uomo e ciò che l’uomo può ottenere senza snaturare l’ambiente stesso. Gran parte degli alberi di Natale che arrivano alla grande distribuzione italiana, come nelle strade delle città, viene proprio da Montemignaio e dal Casentino e la loro produzione ha permesso di dare linfa vitale ad alcuni paesi che rischiavano altrimenti di non offrire nessun tipo di futuro alle nuove generazioni. Andrea e Daniele Baggiani, padre e figlio, sono tra queste aziende che hanno saputo coniugare antiche lavorazioni con la modernità, sottolinea un comunicato.

Albero di Natale, azienda Baggiani padre e figlio, Montemignaio, nardella, piazzale michelangelo, Provincia di Arezzo


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741