Skip to main content

Lockdown di Pasqua: oltre 4 miliardi di minori consumi (ristoranti e viaggi)

ristorante

ROMA – Il lockdown di Pasqua e Pasquetta farà spendere circa 4 miliardi e 300 milioni in meno, fra pranzi e cene al ristorante e viaggi. Tutte attività che non potranno essere portate avanti viste le restrizioni del nuovo provvedimento governativo. Minori consumi, quindi minori spese. I numeri arrivano dal Codacons, che ha realizzato uno studio sulle ripercussioni per l’economia italiana del lockdown di Pasqua. Tra Pasqua e Pasquetta, rileva l’associazione dei consumatori, andranno in fumo 560 milioni di euro di spese al ristorante, considerato che in tali giorni di festa complessivamente 11 milioni di italiani mangiano fuori casa.

Complessivamente, quindi, il lockdown di Pasqua costerà oltre 4,3 miliardi di euro in termini di minori consumi delle famiglie e di spese ridotte o azzerate, tra alimenti, ristorazione, pernottamenti, agriturismo, trasporti, ecc., con effetti disastrosi per le tasche di migliaia di imprese del settore e per l’intera economia

C’è poi il comparto dei viaggi che, nel periodo delle feste di Pasqua, frutta un giro d’affari complessivo di 3,5 miliardi di euro interessando circa 14 milioni di cittadini, settore che sarà del tutto azzerato dai divieti imposti dal Governo. Forti ripercussioni anche per il comparto alimentare: solo il pranzo di Pasqua, rileva il Codacons, vale 1,2 miliardi di euro tra cibi, dolciumi e bevande messi in tavola dagli italiani, spesa che subirà una forte contrazione a causa dei limiti in vigore ne periodo pasquale, con minori consumi che il Codacons stima in -250 milioni di euro rispetto al periodo pre-Covid (-20% su 2019).



Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741