Covid, Firenze: in Palazzo Vecchio una targa per ricordare le vittime del virus

La cerimonia in Palazzo Vecchio (Foto Città Metropolitana)

FIRENZE – «La città di Firenze non dimentica i suoi cittadini vittime della pandemia Covid-19 e dedica a loro e a quelli che li amano un ricordo perenne»: questo il messaggio inciso sulla targa apposta nel Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio e scoperta oggi, 18 marzo, in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia.

Alla cerimonia hanno partecipato, oltre al sindaco, Dario Nardella, gli assessori a Welfare Sara Funaro e alla toponomastica e dialogo interreligioso Alessandro Martini, il presidente del Consiglio comunale Luca Milani, alcuni consiglieri comunali, il cardinale Giuseppe Betori, il rabbino Gadi Piperno, l’imam Izzedin Elzir, il direttore generale dell’Asl Toscana Centro Paolo Morello e il sovrintendente Alexander Pereira, in rappresentanza del Maggio che ha partecipato alla ricorrenza. Alla stessa ora è stato osservato un minuto di silenzio e per tutto il giorno le bandiere saranno a mezz’asta.

‘«Con questa targa Firenze ricorderà per sempre i suoi caduti per il Covid – ha detto il sindaco Nardella -. Le vittime della pandemia sono un segno che porteremo sempre con noi e che ci permetterà di non dimenticare. Firenze oggi, con il dolore profondo nel cuore, ricorda tutte le vittime di coronavirus del nostro Paese».

palazzo vecchio, targa, vittime covid


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080