Prandelli: silenzio stampa. Antognoni: «Rammarico anche per l’arbitro». Pioli: «Proviamo a vincerle tutte»

Giancarlo Antognoni
ANSA/SIMONE ARVEDA

FIRENZE – Cesare Prandelli sceglie il silenzio stampa. Forse ce l’ha anche con l’arbitro Guida, ma si sente stanco e preferisce andare a casa senza parlare, magari per coprire la delusione di una sconfitta che la Fiorentina, onestamente, non avrebbe meritato. La società ha affidato dunque a Giancarlo Antognoni il compito d’illustrare la partita. «Non abbiamo ottenuto punti – ha detto Antognoni – però c’è stata la prestazione, che ci permette di proseguire il nostro percorso. C’è rammarico per il risultato e per qualche decisione arbitrale non molto coerente. C’è una spinta di Ibrahimovic su Pezzella sul primo gol del Milan e poi il fallo laterale che ha portato al 2-3, che il guardalinee aveva assegnato a noi e che invece l’arbitro ha dato in favore dei rossoneri».

E ancora: «Prandelli ha scelto di giocare a 4 dietro, ha messo a centrocampo calciatori bravi tecnicamente e abbiamo giocato alla pari contro la squadra seconda in classifica. Castrovilli? Sta giocando bene, stasera ha agito in un ruolo diverso da quello che ricopre solitamente. La classifica è rimasta invariata: ci hanno raggiunto Spezia e Benevento, però dietro, per fortuna, non si sono mosse. Continuando a giocare così arriveranno presto altri punti».

PIOLI – Molrto soddisfatto, invece, Stefano Pioli. Che rilancia la sfida all’Inter. «Ci siamo presi la rivincita dopo l’eliminazione in Europa. E’ stata una delusione forte. Ma le prestazioni fatte ci hanno dato ancora più convinzione e sicurezza. Dovevamo stringere i denti, era la gara più difficile. I ragazzi sono stati bravi a raschiare il barile e a tirare fuori tutte le energie per vincere una partita importante». Quindi Pioli ha aggiunto: «Le partite sono tutte difficili, e tutte importanti, più andiamo avanti più le partite pesano, mancano sempre meno giornate, ci sono tante squadre forti per le prime posizioni», ha spiegato. E ancora: «Sapevamo che forse non potevamo essere bellissimi e lucidissimi, era importante tornare alla vittoria. Abbiamo fatto una prestazione di alto livello, non solo tecnico ma anche caratteriale e come mentalità».

cesare prandelli, Giancarlo Antognoni, Stefano Pioli


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080