Skip to main content

‘Ndrangheta in Toscana: Cgil parte civile. E manifestazione a Santa Croce

Carabinieri

FIRENZE – Molto preoccupati i sindacati, dopo la notizia delle indagini della Procura nazionale antimafia su lavori stradali e concerie. Che certificherebbero il forte interesse  della ‘ndrangheta per la Toscana e per il sistema conciario in modo particolare. Il segretario generale della Cgil di Pisa, Mauro Fuso, a questo proposito afferma: «Se quanto emerso dalle indagini venisse confermato ci troveremmo di fronte alla possibile crisi del sistema consortile così come lo abbiamo conosciuto finora, con ripercussioni sociali ed occupazionali imprevedibili in una situazione già complicata dal perdurare della pandemia».

Fuso annuncia per lunedì 19 aprile, alle 12, in piazza Matteotti a Santa Croce sull’Arno un «presidio pubblico a sostegno della legalità e del lavoro e affinché si faccia presto luce su questi gravi fatti confidando nel ruolo della magistratura e degli organismi inquirenti». Nello stesso luogo del presidio ed alla stessa ora è convocata una conferenza stampa. «Come Cgil provinciale dichiariamo fin da subito che ci costituiremo parte civile nel processo – annuncia anche Fuso – per tutelare gli interessi delle lavoratrici e dei lavoratori che potrebbero essere danneggiati da questi atti».

cgil, manifestazione a Santa Croce sull'Arno, parte civile


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741