Arrivi a go go sulle coste sicule

Migranti, Sicilia: sbarcano in 473 a Trapani e Lampedusa. E la Ue sta a guardare

TRAPANI – Continua l’invasione della Sicilia. E’ arrivata questa mattina, nel porto di Trapani, la Sea Watch 4 con a bordo 455 migranti soccorsi in sei diversi interventi di salvataggio nel Mediterraneo. Sono già in corso, a bordo della nave della Ong tedesca, le operazioni di controllo e i tamponi per il Covid. Finiti i controlli si procederà alla distribuzione, nei centri della provincia di Trapani e dell’isola, dei 190 minori non accompagnati. Gli altri migranti invece verranno trasbordati sulla nave Gnv Splendid per la quarantena. Le persone che abbiano soccorso sono molto provate ma felici di sapere che presto potranno sbarcare aveva scritto ieri su Twitter la Sea Watch. E la Sicilia accoglie, ma fino a quando resisterà?

Altro mini sbarco di migranti stamani a Lampedusa. Diciotto tunisini tutti uomini sono riusciti ad approdare sulla più grande delle Pelagie. Si tratta del primo arrivo dopo la raffica di sbarchi dello scorso weekend che ha portato sull’isola oltre 700 migranti. Oggi, se le condizioni meteo lo permetteranno, sulla nave quarantena Allegra, dove si trovano già 259 migranti tra cui 4 positivi, dovrebbero essere trasferiti 140 ospiti dell’hotspot di contrada Imbriacola. Ieri 96 minori non accompagnati erano stati imbarcati sul traghetto per Porto Empedocle per essere poi trasferiti in una struttura a Siculiana, dove trascorreranno il periodo di quarantena. La stessa struttura a cui sono destinati circa 70 dei 190 minori nn accompagnati a bordo della Sea Watch 4, attraccata al porto di Trapani. In appena due giorni la macchina dei trasferimenti messa in moto dalla Prefettura di Agrigento è riuscita a svuotare la struttura di contrada Imbriacola.

La Sicilia e l’Italia continuano ad essere considerati il centro d’accoglienza per tutti i migranti che ci portano a domicilio Ong e sbarchi autonomi dall’Africa (pochi degli arrivati hanno le caratteristiche di profughi e richiedenti asilo). Qualche magistrato indagherà su questo strano fenomeno, che evidentemente viene tollerato con piacere dalla Ue, dalla Francia e dalla Germania e continua ad essere favorito dalla politica di sinistra in Italia, dalle associazioni benefiche, dalle Ong interessate? Ma sembra che la quasi totalità della magistratura siciliana si occupi delle azioni passate di Salvini. Quando finirà quest’andazzo?

accoglienza, Italia, migranti, sicilia


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080