Israele ha sferrato l’attacco: l’esercito entra a Gaza

EPA/MOHAMMED SABER

GAZA – L’esercito israeliano sta attaccando la Striscia di Gaza con aviazione e truppe di terra. Il portavoce militare Jonathan Conricus ha confermato che i soldati d’Israele sono entrati dal nord della Striscia, ma non ha dato particolari sulla quantità di forze entrate nell’enclave palestinese. Le forze israeliane – hanno riferito i media – hanno ordinato che chiunque si trovi in territorio israeliano entro 4 km dalla frontiera entri in un rifugio e vi resti fino a nuovo ordine.

«Ho detto che avremmo fatto pagare un prezzo molto alto ad Hamas. Lo facciamo e continueremo a farlo con grande intensità. L’ultima parola non è stata detta e questa operazione proseguirà per tutto il tempo necessario». Lo scrive il premier israeliano Benyamin Netanyahu in un messaggio pubblicato su Twitter dopo l’ingresso a Gaza di truppe di terra israeliane.

Nel corso della giornata Israele aveva ammassato le truppe al confine con Gaza e richiamato altri riservisti: i piani per un ingresso via terra nella Striscia. La guerra con Hamas – mentre continuano i raid e il lancio di razzi su Tel Aviv e vicino agli aeroporti israeliani – rischia così di scivolare in uno scontro diretto sul campo e si aggrava di un altro dramma: un’intera famiglia, compresi quattro bambini e la madre incinta, è rimasta uccisa in un pesante bombardamento israeliano nella zona di Sheikh Zayed, nel nord di Gaza. Bombardamento che avrebbe provocato almeno 11 morti e 50 feriti, secondo la ricostruzione dell’agenzia palestinese Wafa. Al quarto giorno di conflitto, le possibilità di un cessate il fuoco imminente appaiono ridotte al lumicino.

attacco, esercito, israele, palestinesi, Striscia di Gaza


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080