Italia-San Marino: test per l’Europeo (venerdì, 20,45, Rai1). Lutto per il Mottarone e Burgnich. Formazioni

Roberto Mancini, ct degli azzurri

CAGLIARI – Non ha problemi, almeno questa volta, il ct Roberto Mancini ad annunciare la formazione dell’Italia che, in vista dell’Europeo (dove debutterà l’11 giugno, all’Olimpico, contro la Turchia), affronta domani sera, venerdì 28 maggio, alle 20,45, San Marino a Cagliari (diretta Tv su Rai1). Dunque: Cragno in porta, regista Cristante affiancato da Pessina e Castrovilli, in difesa Toloi, Mancini, Ferrari e Biraghi. Davanti Bernardeschi, Kean e Grifo. Non ci sarà Raspadori. Verrà osservato un minuto di raccoglimento per la tragedia della funivia al Mottarone e per la scomparsa di Tarcisio Burgnich. «Mi ha fatto giocare in Serie A, a Bologna, quando avevo 16 anni – ha detto il ct della Nazionale, Roberto Mancini – un campione, una persona straordinaria e per bene: per me è un grande dispiacere, un tecnico che ti fa esordire in A rimane nel tuo cuore per sempre».

Parlando della partita, il ct aggiunge: «Raspadori è bravo, ha molta tecnica, penso che possa avere un grande futuro. Ma non è in perfette condizioni. Se sta meglio tra oggi e domani lo mandiamo con l’under 21, poi valuteremo». Mancini ha detto che la partita di domani servirò soprattutto per provare i concetti di gioco e valutare le condizioni dei giocatori. E ancora: «La Nazionale è l’unica squadra che unisce tutti i tifosi, la speranza è quella di farli felici tutti. Spero che agli Europei possa essere una nazionale divertente, che possa far passare questo mese dall’11 giugno all’11 luglio facendo divertire i tifosi italiani».

Riguardo alle scelte per l’Europea, dopo aver affermatoche da lunedì 31 maggio si farà sul serio, Mancini ha detto ancora: «Credo che farò 26 convocati, 26 secchi senza aggiunte per giocatori in bilico, e certo saranno scelte dolorose. Avremo comunque tempo fino alla mezzanotte del 1° giugno per cambiare. Cercheremo di portare i migliori 26, quelli che comunque stanno bene».

A proposito delle condizioni dei giocatori, Mancini ha detto che «Pellegrini è migliorato molto, Verratti sta guarendo più velocemente, Sensi è da valutare ancora tra oggi e domani, mi preoccupano molto le sue ricadute. Ma faremo di tutto per portarlo con noi». In ballottaggio, fra Cragno e Meret, il terzo portiere. «Abbiamo chiamato 4 portieri e uno lo dobbiamo purtroppo lasciare a casa. Abbiamo la fortuna di avere tanta qualità, pensiamo anche a Gollini che non è con noi. Dobbiamo fare delle valutazioni.E’ chiaro che da lunedì sera a Coverciano sarà tutta un’altra cosa. Ma sta andando tutto molto bene, per noi era importante valutare le condizioni dei giocatori e i tempi di recupero. I giocatori non sono turbati dal mercato, e anzi sono tranquilli e rilassati, anche perché queste cose sono sempre accadute, il mercato coincide sempre con europeo e mondiali. Certo, meglio se le situazioni in bilico si risolvono prima. Ma, comunque vada, siamo di fronte a ragazzi maturi». Ultima notizia per San Marino: non ci sarà Berardi, attaccante della Vibonese, che ha dato forfait.

Le probabili formazioni

ITALIA (4-3-3): Cragno; Toloi, Mancini, Ferrari, Biraghi; Pessina, Cristante, Castrovilli; Bernardeschi, Kean, Grifo.

SAN MARINO (5-3-2): E. Benedettini; Manuel Battistini, Fabbri, D. Simoncini, Rossi, Palazzi; Tomassini, E. Golinucci, Mularoni; Nanni, Valeti.

Arbitro: Trustin Farrugia Cann (Malta)

Diretta raiuno, venerdì ore 20.45

amichevole, Italia, mancini, Strage del Mottarone, Tarcisio Burgnich


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080