Speranza a Firenze e Prato: vaccini, superati 50 milioni di dosi, almeno una a tutti entro l’estate

Il ministro della salute, Roberto Speranza

FIRENZE – Il ministro Speranza oggi è in visita in Toscana a Firenze e a Prato e ne approfitta per fare il punto sulla situazione Covid-19 a livello nazionale:

«Sull’immunità di gregge c’è un dibattito non semplice. Noi abbiamo invece un obiettivo molto netto e chiaro: offrire entro la fine dell’estate a tutti gli italiani che lo vorranno una prima dose di vaccino. Questo è il nostro obiettivo concreto – sottolinea il ministro – e ci sono le condizioni per portarlo a termine. E sul timore di un calo delle forniture per i mesi estivi, Speranza rassicura: Il commissario Figliuolo ha offerto i numeri in maniera molto puntuale. Sono numeri che ci consentono di continuare questa campagna e di provare ad arrivare, come era previsto nel mese di settembre, al risultato che tutti aspettiamo: offrire una dose di vaccino a tutti gli italiani che la chiedono. Noi siamo per vaccinare ogni persona che ne fa richiesta. Ogni persona che è sul suolo nazionale può potenzialmente contrarre il virus e trasmetterlo. Lavoriamo per portare il vaccino più in profondità possibile nella nostra rete nazionale spiega Speranza rispondendo così a una domanda sulla vaccinazione anti-Covid delle persone senzatetto e dei cittadini temporaneamente presenti in Italia.

Vaccini superati 50 milioni di dosi- Il numero delle vaccinazioni sta proseguendo in modo molto positivo, venerdì siamo arrivati a 590.000″ al giorno, nel week-end siamo stati comunque con dati molto alti. Qui in Toscana il presidente Giani mi segnala che negli ultimi giorni siamo stati oltre 30.000 che è un risultato molto rilevante. Dobbiamo insistere – ha aggiunto – perché il messaggio è molto chiaro: il vaccino è e resta lo strumento più essenziale per chiudere al più presto questa stagione così drammatica. Oggi l’Italia supererà i 50 milioni di dosi somministrate. ‘

Variante Delta cresce, tracciare e seguire regole’ Poi Speranza avverte: La variante Delta di Sars-CoV-2 sta crescendo in tutta Europa. L’agenzia europea Ecdc ci dice che con tutta probabilità nel giro di qualche settimana sarà prevalente in Europa e quindi anche in Italia. E questo ci deve spingere ad essere ancora più attenti, a continuare il contact tracing, a continuare il tracciamento, a investire sul sequenziamento e a continuare a rispettare quelle regole essenziali che ci hanno consentito di piegare la curva in tante stagioni.

Green pass scaricato da 13,7 milioni di persone’ A questa mattina 13 milioni e settecentomila persone hanno già scaricato il ‘green pass’ ed io penso che questo sia già un fatto molto positivo, segnala che c’e’ una grande attenzione e questo meccanismo che abbiamo costruito anche a livello europeo sta funzionando. E’ chiaro che tutte le altre valutazioni verranno fatte passo dopo passo. Oggi è un giorno bello perché tutto il nostro Paese è in area bianca e possiamo permetterci qualche libertà in più ma dobbiamo continua sulla strada della prudenza e della cautela perché la battaglia non è ancora vinta, il virus circola ancora in maniera significativa, siamo molto attenti con le varianti e quello che sta accadendo in altri paesi in Europa e nel mondo e quindi è giusto continuare con questo percorso di gradualità facendo un passo alla volta ma con grandissima attenzione.

Sulle mascherine, su cui da oggi facciamo un piccolo passo all’aperto, sono e restano un elemento fondamentale della nostra strategia – ha concluso Speranza -. Le mascherine sono e restano un elemento essenziale per combattere il Covid.

covid19, speranza, Toscana


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080