Skip to main content
Palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale della Toscana

Toscana, alloggi Erp: via libera alla modifica della legge regionale. Contraria la Lega

FIRENZE – La commissione Sanita’, presieduta da Enrico Sostegni (Pd) ha dato via libera a maggioranza alla modifica della legge regionale 2 del 2019, recante disposizioni in materia di edilizia residenziale pubblica (E.R.P.). La proposta di modifica ha visto il voto favorevole del Partito democratico, l’astensione di Fratelli d’Italia e il voto contrario della Lega. Accolto e sottoscritto dalla maggioranza un emendamento presentato da Fratelli d’Italia che introduce nuovi punteggi. La modifica si rende necessaria alla luce di una sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato l’illegittimita’ di una norma analoga contenuta in una legge regionale della Regione Lombardia, nella quale si fissa il requisito della residenza (o dell’attivita’ lavorativa) da piu’ di cinque anni sul territorio regionale come condizione di accesso al beneficio dell’alloggio di edilizia residenziale pubblica. La norma e’ stata giudicata in contrasto coni principi di uguaglianza.

Il requisito di accesso ai bandi viene quindi eliminato anche nella legge toscana e si introduce una piu’ articolata premialita’ nella formulazione della graduatoria per la residenza, gia’ a partire dai tre anni di residenza o attivita’ lavorativa. Con l’emendamento presentato da Diego Petrucci (Fratelli d’Italia), concordato e sottoscritto dal gruppo Pd, sara’ riconosciuto un punto a chi vive o lavora in Toscana da almeno tre anni; 2 punti per i cinque anni; 3 punti per i dieci anni; 3,5punti per i quindici e 4 punti per i venti anni di residenza o attivita’ lavorativa nella nostra regione.

alloggi popolari, Erp, legge, Toscana


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741