Brasile: Bolsonaro indagato dalla magistratura per affermazioni sul sistema di voto

EPA/ADRIANO MACHADO / POOL

BRASILIA- Anche in Brasile, come in Italia e quasi ovunque nel mondo, le sinistre non accettano la sconfitta elettorale nata dal voto popolare che li caccia, e cercano di ribaltare la situazione ricorrendo all’intervento della magistratura militante e compiacente. E’ successo così in Italia per Berlusconi e Salvini, accade adesso in Brasile per Bolsonaro.

Un giudice della Corte suprema del Brasile ha ordinato oggi l’apertura di un’inchiesta contro il presidente Jair Bolsonaro per le affermazioni non provate del capo dello Stato secondo il quale il sistema di voto elettronico porta a frodi elettorali. La decisione del giudice, Alexandre de Moraes, arriva dopo che Bolsonaro ha moltiplicato i suoi attacchi negli ultimi tempi contro il sistema elettorale, affermando che il prossimo anno non si potranno svolgere le elezioni presidenziali se tale sistema non sarà modificato. L’accusa nei confronti del presidente è di abuso di potere politico ed economico.

Bolsonaro, Brasile, magistratura


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080