Ruby ter: Berlusconi attacca i pm, toni inaccettabili nei miei confronti

 ANSA/ALESSANDRO DI MEO 

MILANO – La «Procura nel corso dell’udienza dell’8 settembre, con toni e modi davvero inaccettabili nei confronti miei e dei medici che mi hanno per molte volte visitato, ha chiesto di disattendere le conclusioni delle relazioni mediche della difesa, che nell’udienza di fine maggio avevano portato a un lungo rinvio del processo, e di procedere oltre». Lo scrive Silvio Berlusconi nella dichiarazione ai giudici del caso Ruby ter. Per l’ex premier la decisione di sottoporlo non solo a una perizia cardiologica, ma anche psichiatrica, «è al di fuori di ogni logica e del tutto incongrua rispetto alla mia storia e al mio presente». E aggiunge: «non posso quindi accettare questa decisione e chiedo che si proceda in mia assenza alla celebrazione di un processo ingiusto».

Berluscon i, procura Milano, Ruby Ter

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080