Consiglio europeo: si parla di energia, digitale e migranti nella seduta del 21-22 ottobre

Portugal’s European Affairs Secretary Ana Paula Zacarias and Italian minister for European Affairs Vincenzo Amendola EPA/OLIVIER HOSLET

BRUXELLES – «A Lussemburgo insieme ai ministri degli Affari europei stiamo lavorando sui temi all’ordine del giorno nel prossimo Consiglio europeo del 21-22 ottobre. L’agenda digitale con i regolamenti negoziati in questo momento a livello europeo dal ministro Colao, i prezzi dell’energia e l’immigrazione sono alcuni dei principali argomenti affrontati nel dialogo con i miei omologhi al Consiglio Affari generali». Così il sottosegretario agli Affari europei Enzo Amendola a margine del Consiglio Affari generali Ue, a Lussemburgo.

«La discussione tocca poi anche altri dossier importanti come il coordinamento nella lotta al Covid, le relazioni esterne all’Unione europea e il commercio estero, che saranno sempre al centro del prossimo Consiglio a Bruxelles. Siamo qui per ascoltare inoltre l’informativa della Presidenza sulla Conferenza sul futuro dell’Europa e per proseguire il dialogo sul rispetto dello Stato di diritto nell’Unione europea, ha aggiunto».

Consiglio Ue, covid, digitale, energia, migranti

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080