Covid-19 Italia, 26 ottobre: allarme per il governo, raddoppiati morti e contagi, aumentano terapie intensive

ROMA – I numeri del ministero di Speranza, oggi 26 ottobre, sono disastrosi e provano l’inefficacia delle misure di vaccino ad ogni costo propugnate dal governo. Sono 4.054 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, quasi il doppio rispetto a Ieri, quando erano stati 2.535. Sono quasi raddoppiati anche i morti,  48 in un giorno (ieri 30). Gli attualmente positivi al Covid in Italia sono 75.046, secondo i dati del ministero della Salute, 392 in più nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia i casi sono 4.747.773, i morti 131.904. I dimessi e i guariti sono invece 4.540.823, con un incremento di 3.613 rispetto a ieri.

Nuova cifra record di 639.745 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 222.385. Il tasso di positività è allo 0,6%, in calo rispetto all’1,1% di ieri.  Sono 341 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 3 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 37(ieri 16). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.604, rispetto a ieri sono 25 in più.

La strategia delmgoverno Draghi – Speranza – Figliuolo mostra i suoi limiti e forse occorrerebbe un ripensamento, anche se i tecnici, Brusaferro in testa, spingono per una terza dose propinata a tutti gli italiani.

allarme, Covid -19, Governo


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080