Spese Covid: deficit bilanci, molte regioni a rischio commissariamento

ANSA/CIRO FUSCO

ROMA – Diverse Regioni rischiano di chiudere i bilanci in deficit: in assenza di fondi aggiuntivi in manovra, quelle che non potranno coprire il buco rischiano  il commissariamento e, tra le conseguenze, il blocco delle assunzioni con la pandemia ancora in corso. E’ quanto si apprende da fonti delle Regioni, che già in un documento dello scorso settembre redatto dal coordinamento Salute della Conferenza delle Regioni, avevano segnalato al Mef il rischio di un buco da oltre 2 miliardi nella copertura delle spese Covid 2021 rispetto al 2020.Al momento – si apprende ancora – ci sarebbero interlocuzioni in corso con il governo.

La Regione Toscana ha investito una grande quantità di risorse per fronteggiare l’emergenza Covid. Fratelli d’Italia in regione è gfià partita all’attacco di Giani e Bezzini: «Giani e Bezzini vengano immediatamente a riferire in Commissione Sanità, ho chiesto un’audizione urgente. Devono spiegare le reali intenzioni della Giunta regionale di fronte allo sprofondo finanziario da 500 milioni, spiegare come cercheranno di risparmiare senza intaccare i servizi. Non è, infatti, accettabile coprire il buco di bilancio con nuove tasse, tagli a personale e servizi sanitari». Lo ha dichiarato il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Diego Petrucci, componente della Commissione Sanità.

bilancio, covid, deficit, regioni


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080