Cina: lo shopping dei single sottotono. Stretta del governo anche su Alibaba

Un bilancio magro, a differenza dei fasti trascorsi. Ancora impaurita dal Covid, la Cina ha celebrato sottotono la follia annuale dello shopping del Single’s Day, proprio quando il settore dell’e-commerce vacilla a causa del giro di vite di Pechino su piattaforme e colossi tecnologici come Alibaba e Tencent. Il più grande festival degli acquisti al mondo è stato per anni accompagnato da promozioni aggressive e aggiornamenti orari mozzafiato da parte di Alibaba, a partire dalla mezzanotte in poi, dettagliando in tempo reale le cifre delle volumi delle transazioni.

Il Single’s Day, così chiamato per la data dell’11.11 – cominciò oltre 10 anni fa, passando da un evento di 24 ore a uno più esteso arricchito di promozioni di 11 giorni con la chiusura all’11 novembre. Grazie all’utilizzo degli smartphone e alla loro proverbiale caccia agli affari, i consumatori cinesi hanno spinto la Giornata dei singoli fino a travolgere per grandezza la promozione pre-natalizia americana del Black Friday. Le piattaforme di Alibaba e del principale concorrente JD.com chiusero l’edizione 2020 con un combinato di vendite opari a 115 miliardi di dollari. Il festival, diventato gradualmente diventato un indicatore della fiducia dei consumatori, si trova anche a dover fare i conti con la campagna della prosperità comune lanciata dal presidente Xi Jinping che punta a redistribuire i redditi.

Alibaba, tuttavia, è caduta in disgrazia alla fine dello scorso anno dopo che il suo fondatore Jack Ma criticò aspramente a ottobre 2020 i regolatori del governo che, di riflesso, fecero naufragare l’Ipo più grande della storia da 37 miliardi di dollari di ANT Financial, la società fintech del gruppo. Alibaba è stata multata ad aprile per 2,8 miliardi di dollari in risposta a comportamenti anti concorrenziali. Il governo ha preso di mira le pratiche dei leader dell’e-commerce accusate di abuso di posizione dominante, come divieto di vendita su su piattaforme rivali o l’uso di algoritmi per condizionare gli acquisti. Lo scorso fine settimana, il governo ha emesso linee guida speciali per il Giorno dei single, mettendo al bando ad esempio le dichiarazioni fuorvianti su sconti o efficacia dei prodotti.

acquisti, cina, single day


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080