Certosa Calci (PI): Demanio concede parte in uso gratuito all’Università

PISA – Una porzione della Certosa di Calci (Pisa), che ospita il Museo di storia naturale e i terreni annessi, sarà concessa in uso gratuito all’Università di Pisa. Lo annuncia l’Agenzia del Demanio spiegando che è stato sottoscritto l’atto di concessione in favore dell’Ateneo.

La Certosa di Calci, ricorda una nota, a circa 10 km dalla città di Pisa, situata in una valle di grande valenza paesaggistica, è un vasto complesso monumentale di inestimabile pregio storico-architettonico fondato nel 1366 dall’ordine certosino. Complessivamente la Certosa si estende su circa 73.500 mq, oltre 24.000 mq sono occupati da fabbricati con relativi cortili, piazzale e chiostro, ed è passata al Demanio dello Stato a seguito delle leggi napoleoniche del 1808, anche se ha continuato ad ospitare i certosini fino al 1972. Da quel momento in poi, l’Università di Pisa si è prodigata affinché il prestigioso edificio monumentale potesse ospitare il Museo di storia naturale, uno delle più antiche realtà museali al mondo, costituita nel 1814. Oggi fa parte del sistema museale di Ateneo ai fini scientifici e per fini di politica culturale comune e condivisa e conserva e valorizza le proprie collezioni, organizza e sostiene piani di studio, di ricerca e di formazione in collaborazione con i dipartimenti universitari ed altri enti nazionali e internazionali, cura attività didattiche e di divulgazione.

calci, Certosa, università


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080