Protezione civile: bastone elettronico per non vedenti nelle emergenze

L’assessore regionale all’ambiente e alla Protezione civile Monia Monni (Foto Toscana Notizie)

FIRENZE –  Un bastone elettronico per non vedenti da usare nele emergenze. Ne ha parlato Monia Monni, assessora alla Protezione civile della Regione Toscana. Si tratta di un bastone modificato che, con l’ausilio delle nanotecnologie e alcuni radiofari, favorirà l’autonomia personale dei non vedenti anche nei momenti più difficili, quelli delle emergenze, della precarietà a margine o durante una calamità. Sono i bastoni LetiSmart che l’Unione italiana ciechi e ipovedenti della Toscana (Uici) ha donato alla Protezione civile regionale per agevolare le persone fragili, in questo caso i non vedenti, durante le emergenze, quando ad esempio vengono allestiti i campi di assistenza alla popolazione.

Il loro funzionamento è stato presentato nell’auditorium della Protezione civile regionale: insieme all’assessora Monni erano presenti Massimo Diodati, presidente Uici Toscana, Bernardo Mazzanti, dirigente del dipartimento della protezione civile regionale e Marino Attini, ipovedente, esperto di elettronica digitale e inventore del bastone LetiSmart. «E’ un aiuto molto importante, una collaborazione significativa che nasce fianco a fianco ai non vedenti, per avere campi base più inclusivi, nel segno di una maggiore autonomia – ha detto l’assessora Monni – Un progetto tecnologicamente avanzato del quale siamo orgogliosi. È giusto che anche nei momenti di emergenza, quelli più drammatici in cui le persone si sentono spaesate, più fragili e sole, i campi siano attrezzati per accogliere la diversità, la fragilità ulteriore, la disabilità. Lavoreremo ancora in questa direzione, ma questo è un primo passo importante».

assessora Monia Monni, bastone elettronico, non vedenti, protezione civile, regione toscana


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080