Monte Paschi: sale in borsa, ma Tesoro pensa a nuovo Ad

ROMA – Giornata positiva in borsa per Banca Monte dei Paschi di Siena, dopo che si sono intensificate le indiscrezioni di un’imminente uscita di scena dell’amministratore delegato Guido Bastianini. Secondo quanto riportato da più giornali, il ministero dell’Economia e delle Finanze starebbe valutando la sostituzione dell’attuale CEO in scia a una richiesta arrivata dalla DG COMP che richiederebbe discontinuità manageriale in vista dell’approvazione del nuovo piano industriale. Il Tesoro italiano, che detiene il 64% della banca senese, starebbe intensificato la pressione sull’amministratore delegato dopo il fallimento dei negoziati con UniCredit.

Riteniamo che una possibile sostituzione del management di MPS possa presumibilmente portare ad un rallentamento dei dialoghi con la DG COMP per la finalizzazione dell’accordo e l’approvazione del piano industriale, hanno scritto gli analisti di Equita. I nomi che si stanno facendo per il dopo-Bastianini sono quelli di Luigi Lovaglio (ex AD del Credito Valtellinese), Victor Massiah (ex AD di UBI), Alessandro Vandelli (ex AD di BPER) e Marina Natale (AD di AMCO).

Intanto, si muove al rialzo l’istituto di Rocca Salimbeni a Piazza Affari, dove si attesta a 0,9216, con un aumento dell’1,01%. Operativamente le attese sono per un proseguimento della giornata in senso positivo con resistenza vista a quota 0,9336 e successiva a 0,9592. Supporto a 0,908.

 

Ad, Monte Paschi, tesoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080