Skip to main content

Tunisia: nave Marina salva 163 migranti in difficoltà, erano diretti in Italia

TUNISI- Una volta tanto il sistema di salvataggio pubblico ha anticipato quello a chiamata delle navi Ong e ha salvato centinaia di migranti che si erano messi imprudentemente in mare confidando nell’aiuto dei traghetti del Mediterraneo. La Marina di Tunisi ha tratto in salvo sabato 163 migranti, tra cui 9 donne e 16 bambini, al largo di Sfax. Lo ha annunciato il ministero della Difesa in una nota, precisando che “come parte di un’operazione congiunta con la Guardia costiera, un’unità della Marina ha soccorso il 5 febbraio 163 migranti illegali (162 tunisini e un marocchino), al largo del governatorato di Sfax. Tra loro c’erano 9 donne e 16 bambini, che si trovavano a bordo, a 12 chilometri dalle coste di Sfax, importante punto di partenza verso l’Europa, in particolare verso l’Italia.
I migranti hanno dichiarato di avere un’età compresa tra gli 8 e i 48 anni, specificando di essere salpati dalle coste di Sfax nella notte tra venerdì e sabato, con l’intenzione di attraversare di nascosto i confini marittimi verso lo spazio europeo”. Secondo il ministero. I migranti sono stati portati al porto dei pescherecci di Sfax, dove sono stati assistiti dalla guardia costiera.
L’Italia e’ uno dei principali punti di ingresso in Europa per i migranti provenienti dal Nord Africa, in particolare Tunisia e Libia, due Paesi dai quali le partenze sono aumentate notevolmente nel 2021. Secondo il Forum tunisino per i diritti economici e sociali (Ftdes), nei primi nove mesi del 2021 la
Guardia costiera tunisina ha intercettato circa 19.500 migranti che tentavano di attraversare il Mediterraneo.

marina, migranti, salvati, tunisi


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741