TPL: 10 nuovi bus per la Toscana, la soddisfazione di Giani

Dieci nuovi bus urbani che Autolinee Toscane mette in campo per la Toscana. Sono solo  una prima tranche  destinata a Firenze: altri 40 mezzi sono in arrivo nelle prossime settimane e serviranno anche altre zone della regione.

“Sono contento – ha detto il presidente della Regione Eugenio Giani- , la rivoluzione che avevamo auspicato si sta compiendo. La Toscana avrà autobus più belli, più funzionali e più sostenibili. E anche dal punto di vista estetico, ci sarà un’omogeneità che ci contraddistinguerà. Credo infatti che l’unicità del trasporto rafforzi anche il concetto di identità regionale che è per me una priorità. Ci siamo impegnati perché il passaggio ad Autolinee avvenisse in modo semplice senza scosse per i cittadini. I nuovi bus che nei prossimi giorni vedremo girare per le strade di Firenze e via via nelle strade delle altre città toscane, confermano l’avvio concreto del cambio della flotta. Un rinnovamento auspicato e necessario che garantirà maggiore efficienza a tutti coloro che usano il mezzo pubblico”

I bus, modello Conecto Mercedes-Benz acquistati da EvoBus Italia, entreranno in servizio già tra pochi giorni, migliorando da subito la qualità generale del servizio

Soddisfatto anche l’assessore alle infrastrutture e alla mobilità Stefano Baccelli. “Il risultato che vediamo oggi – ha spiegato Baccelli- è importante. Abbiamo già 10 nuovi bus urbani che circoleranno per Firenze, e altri 40 in arrivo sempre destinati alle aree urbane della Toscana. E’ un risultato tangibile della svolta che abbiamo impresso al trasporto pubblico locale con una gara a lotto unico che non si era mai realizzata prima. Bus nuovi, più efficienti, esteticamente omogenei nel colore e destinati a diventare sempre più eco sostenibili. Il trasporto pubblico locale su gomma sta davvero facendo un salto di qualità che si completa  con l’intermodalità , con il treno, con le nostre piste ciclo pedonali. Siamo partiti il 1 novembre  con l’obiettivo  che il tpl in Toscana non sia solo un efficiente trasporto sociale per il pendolarismo  degli studenti e lavoratori, ma che diventi  un sistema di modalità alternativo e competitivo rispetto al trasporto privato”.

La presentazione dei nuovi mezzi è stata fatta questa mattina alla presenza di Jean-Luc Laugaa e Gianni Bechelli, amministratore delegato e presidente di Autolinee Toscane

L’azienda ha deciso di anticipare al primo anno l’acquisto dei nuovi bus che erano previsti nei primi due anni, per superare fase critica legata ad età e condizione della flotta, programmando un investimento complessivo di 40milioni di euro per avere, entro il 2023, complessivamente 223 nuovi mezzi. I nuovi mezzi sono bianchi, con i loghi di Autolinee Toscane e della Regione Toscana. Sono lunghi 12 metri, hanno un pianale accessibile al trasporto per i disabili, con spazio per la carrozzella, e sono motorizzati Euro 6, la categoria più bassa in termini di emissioni, garantendo un impatto ambientale molto inferiore (dal 60 all’80 per cento in meno di particolato e ossidi di azoto) rispetto ai bus che andranno a sostituire. Il mezzo può ospitare un massimo di 108 passeggeri, di cui 26 a sedere.

bus, Toscana, tpl


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080