Skip to main content

Cadaveri fatti a pezzi in valigia: processo rinviato. Elona Kalesha è in isolamento per covid

aElona Kalesha, ex fidanzata di Taulant Pasho (Foto da Chi l’ha visto?)

FIRENZE – Elona Kalesha, accusata di aver ucciso Shpetim e Teuta Pashio, i coniugi albanesi ritrovati fatti a pezzi in valigia, è in carcere in isolamento per motivi legati al coronavirus. La donna, detenuta nel carcere di Sollicciano, non ha potuto quindi presentarsi in aula. Il processo è stato ora fissato, per legittimo impedimento dell’imputata, al 3 marzo 2022, quando saranno ascoltati come testimoni alcuni degli investigatori che hanno indagato sul caso.

In base alle indagini condotte dai carabinieri e dirette dal pm Ornella Galeotti, la donna, ex fidanzata del figlio dei coniugi Pasho, li avrebbe uccisi per impedire che rivelassero che lei aspettava un bambino da un altro uomo. Oltre che per omicidio volontario Elona Kaleha, difesa dagli avvocati Federico Febbo e Antonio d’Orzi, è imputata per i reati di vilipendio e occultamento di cadavere. Le accuse sono contestate in concorso contro ignoti.

cadaveri fatti a pezzi in valigia, Elona Kalesha, proceoo il 3 marzo 2022


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741