Firenze: concessioni per sedie e tavolini all’aperto, domande dal 28 febbraio al 30 aprile

FIRENZE – Sedie e tavolini all’aperto, via libera in giunta al disciplinare attuativo del regolamento per l’uso straordinario di suolo pubblico. Con questa delibera, presentata oggi in giunta dall’assessore al commercio e alle attività produttive Federico Gianassi e contenente le disposizioni generali e le prescrizioni per il rilascio di concessioni di suolo pubblico a carattere temporaneo, viene stabilito che possono essere presentate le nuove domande dal 28 febbraio al 30 aprile.

“Con queste regole approvate oggi – ha commentato Gianassi – cerchiamo di aiutare le attività economiche anche in questo anno che speriamo possa essere quello della definitiva ripartenza. Uno strumento eccezionale con una diversa regolamentazione per il centro storico e una per gli altri quartieri che mettiamo in campo facendo tesoro dell’esperienza degli ultimi due anni con una sintesi tra le esigenze delle imprese e quelle dei residenti”.

Come previsto dal Regolamento potranno chiedere l’occupazione straordinaria i soli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e i chioschi alimentari posizionati in aree verdi in un periodo compreso fra il 21 marzo e il 6 novembre 2022; per le attività che insistono nell’area Unesco sarà possibile utilizzare un solo posto auto, per quelle esterne all’area Unesco fino ad un massimo di 2 posti auto; inoltre alcune aree non possono essere oggetto di concessione, come già previsto nel regolamento (non sono autorizzabili occupazioni in strade altamente frequentate come via Calzaiuoli, via Roma, via Calimala, via Por Santa Maria, via Vacchereccia, Borgo San Lorenzo).

Saranno utilizzate procedure semplificate per la concessione del suolo pubblico, mentre i progetti speciali e nelle aree pedonali di A o affini avranno accertamenti e saranno sottoposte a autorizzazioni.

Nel dispositivo approvato oggi in giunta si richiede inoltre che le occupazioni sugli stalli di sosta debbano essere delimitate da una ringhiera a disegno semplice in profilati metallici zincati a caldo verniciati colore grigio antracite, aventi passo 1 m ed altezza di 90 cm. E’ ammesso altresì, in via generale, l’uso di ombrelloni che dovranno avere al massimo le stesse dimensioni dei tavolini. Inoltre la loro apposizione dovrà sempre garantire la comprensione, la visibilità e l’efficacia della segnaletica stradale limitrofa, compresa quella luminosa. Gli ombrelloni dovranno essere a tinta unita, preferibilmente di colore marrone, ma con tonalità compatibili con il contesto in cui si inseriscono, senza pubblicità, a palo centrale e rimovibili a fine serata

Comune, concessioni, Firenze, pubblico, suolo, uso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080