Skip to main content

Firenze: arrivati i primi 25 profughi ucraini, sistemati negli alberghi sanitari

Foto d’archivio

Sono arrivati nella notte a Firenze i primi 17 profughi dall’Ucraina, altri 8 a Montecatini. Donne e bambini in fuga. Che qui non avevano nessuno che potesse accoglierli. Altri 30, che si erano sistemati nei giorni scorsi a Firenze, avevano raggiunto parenti e amici che li stanno ospitando.

Ieri sera nove persone sono state ospitate nell’albergo sanitario di Novoli. Ci ha pensato l’azienda sanitaria a mettere in piedi l’accoglienza. Altri 8 sono stati accolti negli appartamenti della Fondazione Kennedy, alle Murate. Si attendono regole dallo Stato, che ovviamente tardano. In base alla bozza discussa con le Regioni, l’ordinanza che oggi dovrebbe firmare la presidenza del consiglio dei ministri dovrebbe assegnare ai prefetti il compito di identificare chi arriva, la gestione dei centri di accoglienza straordinari (Cas) e del Sistema di accoglienza e integrazione (Sai, gli ex Sprar), mentre il coordinamento generale spetterà alla protezione civile. Gestirà tutta la filiera, dall’assistenza sanitaria all’accoglienza, fornita da AsI e associazioni di volontariato. Anche negli ex alberghi sanitari dove al momento dell’arrivo verrà verificata la situazione sanitaria. I profughi saranno sottoposti a tampone, chi è positivo andrà in isolamento, mentre a chi è negativo, se non vaccinato, sarà offerta la vaccinazione.

Firenze, profughi, Ucraina


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741