Skip to main content

Odessa : bombardato e danneggiato aeroporto, A Mariupol civili escono dall’acciaieria, corridoio umanitario aperto

(Photo by RONALDO SCHEMIDT / AFP)

KIEV – I media ucraini riferiscono di molteplici esplosioni nella città meridionale di Odessa. Un testimone oculare ha riferito di almeno un aereo da combattimento sopra il centro portuale. Il comando operativo dell’esercito ucraino nel sud del Paese ha dichiarato che la pista dell’aeroporto di Odessa è stata danneggiata. Le esplosioni sono state udite subito dopo che le sirene dei raid aerei hanno suonato in tutta la città.
Ci sono segnali di una possibile svolta per ottenere almeno un corridoio di evacuazione dalla città assediata di Mariupol per oggi. È quanto riferisce il Consiglio comunale di Mariupol sul suo canale Telegram, citato dalla Cnn. Il percorso partirebbe da Port City, che è un centro commerciale. “C’è speranza per l’evacuazione dei residenti di Mariupol verso un territorio controllato dall’Ucraina”, afferma il Consiglio comunale di Mariupol, aggiungendo che sta ancora attendendo conferma. Al momento non è chiaro se l’evacuazione riguarderebbe anche le persone intrappolate nell’acciaieria Azovstal. Complessivamente a Mariupol si trovano circa 100mila persone, pari a un quarto della popolazione pre-guerra. Un gruppo di civili ha lasciato l’acciaieria Azovstal di Mariupol. È quanto scrive l’agenzia di stampa russa Tass citando un corrispondente sul posto. Secondo Tass, in totale sono uscite 25 persone, fra cui 6 bambini di meno di 14 anni.
Mi tengo in costante contatto con il premier britannico Boris Johnson. Abbiamo parlato della situazione sul campo di battaglia e di Mariupol bloccata. Abbiamo discusso del sostegno difensivo per l’Ucraina e dei necessari sforzi diplomatici per raggiungere la pace”. Lo scrive su Twitter il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.
“Grati per gli aiuti umanitari della Francia, la disponibilità a curare i soldati ucraini, la decisione di continuare il lavoro della missione francese per assistere nelle indagini sui crimini della Russia”. È quanto scrive in un tweet il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, dopo il colloquio con l’omologo francese Emmanuel Macron, durante il quale i due – come scrive Zelensky – hanno parlato di “cooperazione in materia di difesa” e del “percorso dell’Ucraina verso l’adesione all’Ue”.

bombe, civili, evacuazione, Mariupol, Odessa


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741