Skip to main content

Mostra dell’artigianato 2022: chiusura con 55mila visitatori. Ottima ripartenza

Un artigiano all’opera durante il Mida 2022 (Foto Firenze Fiera)

FIRENZE – Si è chiusa alla Fortezza da Basso MIDA,l’86°Mostra Internazionale dell’Artigianato, l’edizione della ripartenza con un bilancio che parla di 55mila visitatori. Viva la soddisfazione degli espositori.

“Sono molto contento sia per le vendite che per i contatti avviati in fiera” il commento di Antonio Vena, giovane titolare del Liquorificio artigianaleMastr’Antonio di Chiusano di San Domenico in provincia di Avellinoper il primo anno a MIDA. I suoi prodotti, specie il Nocivino, una variante del classico nocino con l’aggiunta di uno sciroppo di Aglianico, sono andati a ruba all’Artigianato del Gusto, al piano terra del padiglione Spadolini. Gli fa eco Lorenzo Firenzani, a capo diRosso Puro Zafferano,una giovane azienda agricola nata nel 2018 a Castelfiorentino per la coltivazione dello zafferano biologico. “E’ il primo anno che espongo qua a Firenze: vi ho trovato alta qualità ed un pubblico molto attento e interessato al mio prodotto”.

Soddisfatta anche la titolare diSun Light Ceramichedi Regalbuto in provincia di Enna che da oltre 20 anni espone in Fortezza le classiche ceramiche artistiche siciliane oltre a gioielli con applicazione di pietra lavica e perle insieme a eleganti e originali pochette che ti riportano ai colori solari della terra siciliana.

“Sono molto orgogliosa di ciò che ha espresso l’associazione che ho l’onore di rappresentare a Mida – ha affermatoTamara Ermini, vice presidente vicario CNA Firenze –la collettiva di CNA Artefacendo ospitata al padiglione delle Ghiaie in cui gli artigiani non solo hanno esposto le loro opere, ma hanno anche mostrato dal vivo le loro lavorazioni. Una dimostrazione di grande qualità e varietà quella espressa dai nostri artigiani che ha contribuito a dare alla mostra uno spiccato tono di eccellenza. Una qualità espressa anche dall’armonia dei padiglioni e dall’organizzazione e coerenza degli allestimenti che dimostrano una cura e un’attenzione particolari che possono scaturire solo quando al lavoro c’è una grande squadra: quella composta dal comitato scientifico, dall’area commerciale di Firenze Fiera e dalle due associazioni di rappresentanza dell’artigianato”.

“Questa mostra che ha segnato la ripartenza si è svolta nel migliore dei modi. I nostri espositori sono molto soddisfatti non solo perché hanno di nuovo ritrovato il loro pubblico fiorentino interessato ai prodotti artigianali ma anche perché hanno avuto modo di incontrare nuovi operatori e fare incontri B2B. L’importante è stato dunque questo aspetto: farsi conoscere da altre imprese su scala nazionale” il commento diAlessandro Sorani, presidente Confartigianato Firenze”.

“Ringrazio tutti coloro che sono stati al nostro fianco per MIDA: le istituzioni, CNA e Confartigianato, i componenti del comitato scientifico e i nostri espositori che ci hanno creduto fino in fondo tornando in Fortezza e contribuendo al successo di questa edizione che è stata quella del coraggio, della fiducia, della ripartenza– dichiaraLorenzo Becattini presidente di Firenze Fiera. “Sono loro i primi che ci stimolano a lavorare sempre più nella direzione dell’eccellenza e dell’innovazione, particolarmente adatta ad un contesto unico e esclusivo come quello della Fortezza e di Firenze, capitale dell’artigianato artistico nel mondo”.Il successo di questa 86sima edizione”conclude Becattini– dimostra come il lavoro di squadra e le sinergie portate avanti nella ricerca e valorizzazione della cultura del bello e dell’eccellenza artigiana rappresentano la strada da seguire per rendere le prossime edizioni di MIDA, nel bene comune, patrimonio di tutti”.


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741