Skip to main content

Tennis: Martina Trevisan in semifinale al Roland Garros. La fiorentina ha eliminato la favorita Fernandez

Martina Trevisan, in semifinale al Roland Garros di Parigi (Foto ANSA)

PARIGI – L’azzurra Martina Trevisan, mancina di Firenze, si è qualificata per le semifinali del torneo del Roland Garros, battendo nei quarti la canadese Laylah Fernandez, col punteggio di 6-2, 6-7, 6-3. Per conquistare un posto in finale, la fiorentina dovrà affrontare la vincente del match tra le statunitensi Coco Gauff e Sloane Stephens.

 La mancina fiorentina (numero 59 del ranking Wta), che ha aperto il programma sul Philippe Chatrier, ha superato nei quarti la “baby” canadese Laylah Fernandez, n.18 del ranking e 17 del seeding, in tre set con il punteggio di 6-2 6(3)-7 6-3. Nove anni dopo Sara Errani c’è dunque di nuovo un’azzurra in semifinale.

Dopo aver vinto la prima partita, Trevisan ha avuto un match point nella seconda ma l’ha mancato ed è stata trascinata al tie break, perso 7-3. Nel set decisivo, l’azzurra ha ripreso in mano il match, imponendosi per 6-3.

E’ la prima volta in carriera che Trevisan entra tra le prime quattro al Roland Garros, mentre nel 2020 si era fermata ai quarti. L’ultima italiana in semifinale prima di lei era stata nove anni fa Sara Errani, sconfitta allora da Serena Williams. “Sul primo match point ho sentito troppa tensione nervosa. Sentivo troppo di essere a un punto dalle semifinali ma dopo quel punto ho accettato la situazione – ha detto a caldo l’azzurra, commentando l’occasione mancata per vincere il match già nel secondo set -. Sono arrivata qui a Parigi con molta energia, con la voglia di spingere ancora di più in campo”, ha aggiunto ricordando il successo nel torneo di Rabat.

Martina Trevisan, Roland Garros, semifinale


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741