Nuovi crimini di guerra attribuiti a Putin

Ucraina: missili russi contro centro commerciale a Kremenchuk. C’erano dentro mille civili. Si contano morti e feriti

L’attacco dei missili russi a Kremenchuk (Foto ANSA)

KIEV – Un centro commerciale con mille civili è stato colpito da missili russi in Ucraina. Per le autorità di Kiev si tratta di un crimine contro l’umanità. “L’attacco missilistico contro un centro commerciale in cui c’erano persone a Kremenchuk è un altro crimine di guerra russo. Un crimine contro l’umanità. Un chiaro e cinico atto di terrore contro la popolazione civile. La Russia è uno stato terrorista”. Lo ha scritto su Telegram il governatore della regione di Poltava, Dmytro Lunin, sottolineando che “medici e soccorritori” sono sul posto e si sta cercando di chiarire il bilancio delle vittime.

Almeno due persone sono morte e 20 ferite nell’attacco al centro commerciale di Kremenchuk. Lo afferma Kyrylo Tymoshenko, vice capo dell’ufficio del presidente, stilando un primissimo bilancio del bombardamento russo, come riporta la Bbc. Almeno 9 dei feriti sono in gravi condizioni, ha aggiunto Tymoshenko. “Stiamo facendo tutto il possibile per aiutare le vittime il prima possibile. Mandiamo ambulanze sul posto, prepariamo gli ospedali di zona per l’accoglienza dei feriti. I soccorritori di tutte le aree circostanti si stanno recando sul posto per spegnere l’incendio”, ha spiegato.

Le forze russe hanno lanciato questo pomeriggio attacchi missilistici su Kremenchuk,
 nell’oblast di Poltava, sulle rive del fiume Dnipro. Lo ha riferito il governatore Dmytro Lunin, citao da Ukrinform. Non si hanno al momento notizie di vittime o feriti. Secondo il sindaco di Poltava, Oleksandr Mamay, le sirene d’allarme aereo hanno suonato anche nella sua città, capoluogo della regione.

Il bombardamento russo su Kremenchuk, nella regione centro-orientale di Poltava, 
ha colpito “un centro commerciale, dove c’erano più di mille civili. Il centro commerciale è in fiamme, i soccorritori stanno lottando per spegnere l’incendio, il numero delle vittime è impossibile da immaginare”. Lo ha dichiarato su Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, affermando che l’obiettivo non costituiva “nessun pericolo per l’esercito russo” e non aveva “nessun valore strategico”.

L’attacco missilistico russo su Kremenchuk “è avvenuto in un luogo molto affollato”, per questo “ci sono morti e feriti”. Lo ha riferito il sindaco della città Vitaly Maletsky. “L’attacco missilistico su Kremenchuk è avvenuto in un luogo molto affollato, che è al 100% irrilevante per le ostilità. Ci sono morti e feriti”, ha scritto il sindaco sulla sua pagina Facebook, come riporta Unian.

centro commerciale, crimini di guerra, Kremenchuk


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080