Intervista alla Stampa

Borrell: sanzioni Ue hanno forte impatto sull’economia russa

BRUXELLES – “Le sanzioni stanno avendo impatti significativi e crescenti su Mosca, che porteranno Vladimir Putin a modificare i suoi calcoli strategici: probabilmente non nell’immediato futuro: le sue azioni non sono guidate in prima battuta da una logica economica. Tuttavia, costringendolo a scegliere tra armi e cannoni, le sanzioni lo chiudono in una morsa che si sta progressivamente stringendo”.

Così Josep Borrell, Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, in un intervento su La Stampa.
“La vera risposta alle difficoltà dei mercati energetici e alimentari mondiali è la fine della guerra. Questo non può essere ottenuto accettando il diktat russo, ma con il ritiro della Russia dall’Ucraina”, prosegue Borrell, per il quale “è imperativo che l’Europa diventi una vera potenza, come ho invocato fin dall’inizio del mio mandato. Di fronte all’invasione dell’Ucraina, abbiamo iniziato a passare dalle parole ai fatti
dimostrando che l’Europa, se provocata, può rispondere. Poiché non vogliamo entrare in guerra con la Russia, le sanzioni economiche sono ora il fulcro di questa risposta. Stanno già iniziando ad avere effetto e ne avranno ancora di più nei prossimi mesi”.

Borrell, sanzioni Russia, ue


KULANKA

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080