Si dirigeranno in Italia, come per il passato

Migranti: la nave Ocean Viking di Medici senza frontiere, con 291 a bordo, chiede porto sicuro, probabilmente verrà in Italia

ROMA – Dopo che la Geo Barents ha depositato a Taranto il suo carico di 65 clandestini soccorsi in Mediterraneo, un’altra nave della Ong Medici senza Frontiere dirigerà probabilmente verso l’Italia, ormai prescelta come porto di destinazione da tutte le Ong, coll’acquiescenza del governo. E se il porto concesso non corrisponde al loro gradimento le onnipotenti Ong si lamentano pure.
Settima operazione di soccorso in meno di dieci giorni per l’Ocean Viking. Sessantatré persone sono state tratte in salvo in zona Sar maltese. Viaggiavano su una piccola barca di legno stracarica. Adesso a bordo della nave il team di Sos Mediterranee e della Federazione internazionale delle società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa si sta prendendo cura di 291 sopravvissuti. Tra loro c’è anche Ama, 18 anni, incinta di 9 mesi e salvata con altri 74 sopravvissuti una settimana fa. “Potrebbe partorire in qualsiasi momento”, dice Marina, ostetrica a bordo dell’Ocean Viking. “Hanno urgente bisogno di un posto sicuro”, afferma come al solito la ong. Che dirigerà la sua nave, come nelle scorse occasioni, verso le accoglienti coste italiane, visto che Malta non riceve più.

clandestini, Italia, Msf, ong


KULANKA

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080