Skip to main content

Tour de France: a Foix, prima tappa pirenaica, trionfa Houle, Vardegaard sempre in giallo. 11 ciclisti fermati per Covid

FOIX – Il canadese Hugo Houle ha vinto per distacco la 16/a tappa del Tour de France, Carcassonne-Foix di 176, 5 km. Al secondo posto, staccato di quasi un minuto, il francese Valentin Madouas, che ha battuto in volata l’altro canadese Michale Woods, compagno di squadra di Houle nell’Israel Premier Tech.
Houle, visibilmente commosso gia’ prima di tagliare il traguardo, ha prima tirato fuori dalla maglietta una catenina con un’immagine e poi ha indicato il cielo per dedicare la vittoria, la terza in carriera e la prima in Europa, al fratello Pierrick, ucciso dieci anni fa, mentre faceva jogging, da un automobilista che guidava ubriaco. Il danese Jonas Vingegaard ha conservato la maglia gialla di leader della classifica generale

I test effettuati in occasione della pausa del Tour de France avevano evidenziato due casi sospetti di positività al Covid-19. I nomi dei due ciclisti, sottoposti ad altro tampone molecolare, non erano stati resi noti dall’Uci. Oggi la conferma della positività e i nomi: si tratta di Aurelien Paret-Peintre e di Mikael Cherel, entrambi dell’AG2R Citroen Team. I due sono stati fermati, lasciando la formazione francese con soli tre uomini adesso.
Out per Covid-19 anche il tedesco Max Walscheid (Cofidis). Il totale dei ciclisti costretti al forfait in questa Grande Boucle per Coronavirus sale così a 11.

covid, pirenei, tour


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741