Skip to main content

Gioco erotico in hotel: l’ex rugbista sarebbe morto per un malore. Si cerca un pusher. Il risultato dell’autopsia

Ricky Bibey (Foto da Facebook)

FIRENZE – Non ci sono segni di violenza sul corpo di Ricky Bibey, l’ex rugbista 40enne morto all’hotel Continental di Firenze, forse in seguito a un gioco erotico con la compagna 44enne. È quanto emerge dai primi risultati dell’autopsia, eseguita ieri, 19 luglio 2022, all’istituto di medicina legale di Firenze. Resta, dunque, in piedi l’ipotesi del malore combinato all’azione di un gioco erotico estremo.

A fermare il cuore dell’ex rugbista potrebbe essere stata anche una dose di cocaina, di cui, come è emerso dalle indagini, per lungo tempo avrebbe fatto uso, o di altri farmaci. Si cerca anche il pusher che potrebbe aver fornito la droga a Firenzre.

Per una risposta approfondita, occorrerà però attendere l’esito dell’esame tossicologico. Per questo, tutti gli accertamenti sono preziosi per la pm Ester Nocera, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, senza indagati. Intanto, sembrano migliorare le condizioni della compagna del giocatore: ieri ha subito un altro intervento dopo quello di sabato.


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741