Aerei di Pechino nello Stretto

Taiwan: Aereo Pelosi atterra sull’isola. Cina protesta, grave violazione nostra sovranità

EPA/RITCHIE B. TONGO

TAIWAN – L’aereo con a bordo la speaker della Camera dei Rappresentanti Usa, Nancy Pelosi, è entrato nello spazio aereo di Taiwan. L’areo ha superato lo spazio aereo delle Filippine, secondo i rilevamenti del sito web di monitoraggio Flightradar24, ed è entrato nello spazio aereo dell’isola. Secondo l’itinerario di volo, l’aereo dovrebbe arrivare sull’isola alle 22.44 di oggi, le 16.44 ora italiana. Ed è atterrato in perfetto orario, senza ostacoli da parte dell’aviazione cinese.

I caccia Su-24 dell’aeronautica militare cinese stanno attraversando lo Stretto di Taiwan. Lo annunciano i
media cinesi, a pochi minuti di distanza dall’ingresso nello spazio aereo di Taiwan del volo della speaker democratica della Camera.

La Cina ha chiuso la spazio aereo sopra lo Stretto di Taiwan ai voli civili. Lo riferiscono i media cinesi,
mentre dovrebbe arrivare a breve a Taipei la speaker della Camera Usa Nancy Pelosi per una visita che ha fatto impennare la tensione tra Washington e Pechino. E che rischia di scatenare conflitti nella zona.

Immediata la protesta cinese. Il ministero degli esteri cinese ha definito la visita un’enorme provocazione politica. “La visita della presidente della Camera americana Nancy Pelosi a Taiwan, in Cina, è un’escalation della collusione tra Taiwan e Stati Uniti, che è di natura pessima e che ha conseguenze molto gravi”. Si tratta, ha scritto in una nota l’Ufficio per gli affari di Taiwan del Comitato centrale del Pcc, “di una grave violazione della sovranita’ e dell’integrita’ territoriale della Cina, una grave violazione del principio della Unica Cina”. La riunificazione “della madrepatria e il grande ringiovanimento della nazione sono entrati in un processo storico irreversibile. La madrepatria deve essere unificata e lo sarà”.

Sarcastico il commento di Mosca alla visita della dem americana, considerata una provocazione. Il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, “è partito in aereo diretto in Asia. Visitera’ il Myanmar e
parteciperà ad eventi Russia-Asean in Cambogia. Da quelle parti fa molto caldo, in tutti i sensi. Lavrov non è mosso da intenti provocatori, come Nancy Pelosi, ma dalla cooperazione”. Lo ha scritto su Telegram la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, che ha già criticato la missione della speaker della Camera Usa di visitare Taiwan.

La Casa Bianca giustifica Pelosi. “Gli Usa non sostengono l’indipendenza di Taiwan e continuano a supportare la politica dell’Unica Cina’”. Lo ha ribadito il portavoce della Sicurezza nazionale, John Kirby, parlando con la Cnn dopo l’arrivo sull’isola della speaker della Camera di Nancy Pelosi. “E’ un suo diritto visitare Taiwan”, ha insistito il funzionario della Casa Bianca ripetendo che nella visita della Speaker non c’e’ nessuna violazione della sovranita’ della Cina.

aereo Taiwan, cina, Pelosi


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080