Skip to main content

Patto stabilità Ue: premier Finlandia contro l’allentamento e aumento del bilancio

Sanna Marin EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON

STRASBURGO – I Paesi frugali tornano all’attacco dell’allentamento del patto di stabilità europeo, chiedendo la conferma del regime di austerità. Probabilmente è giunta anche da quelle parti la notizia di un’Italia che si prepara, soprattutto ad opera dei Pnrr degli enti locali, ad investire in spese che talvolta non sembrano così produttive.

La premier finlandese Sanna Marin interviene a gamba tesa alla Plenaria dell’Eurocamera: “A causa della guerra e della crisi del mercato dell’energia, l’economia europea è sottoposta a enormi pressioni. Allo stesso tempo, le aspettative nei confronti dell’Ue sono cresciute ulteriormente. È chiaro che il bilancio dell’Ue deve essere sufficiente a garantire la capacità dell’Unione di operare anche in caso di crisi. Tuttavia, lo sviluppo della capacità operativa dell’Ue non si ottiene aumentando il bilancio o allentando le regole comuni del gioco economico.” Un messaggio inequivoco alla presidente von der Leyen e ai governi più propensi all’allentamento, come l’Italia.

Finlandia, Marin, patto stabilità


Paolo Padoin

Già Prefetto di FirenzeMail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741