Pronta a salire a Palazzo Chigi

Giorgia Meloni dopo la vittoria: “E’ il tempo della resposabilità. Governeremo per tutti”. Berlusconi verso la presidenza del Senato

Giorgia Meloni ringrazia gli elettori dopo il voto (Foto ANSA)

ROMA – Molto contenta, ma capace di controllare l’entusiasmo, Giorgia Meloni rassicura subito Italia ed Europa: “Se saremo chiamati a governare la Nazione lo faremo per tutti, per unire un popolo esaltando ciò che unisce piuttosto che ciò che divide, ridando agli italiani l’orgoglio di sventolare il Tricolore”. E ancora:  “Questo è il tempo della responsabilità, è il tempo in cui se si vuole far parte della storia si deve capire la responsabilità che si ha nei confronti di decine di milioni di persone, perché l’Italia ha scelto noi e non la tradiremo. Come non l’abbiamo tradita mai”.

BERLUSCONI – ll Centrodestra a guida Fratelli d’Italia vince le elezioni. mLa coalizione ottiene la maggioranza sia alla Camera che a Palazzo Madama. Le percentuali raggiunte dal centrodestra hanno l’effetto di portare alla coalizione a guida Meloni un ricco bottino di seggi anche dalle sfide all’uninominale. Silvio Berlusconi (si sussurra possa essere il nuovo presidente del Senato, vista anche la risalita di Forza Italia) tornerà a palazzo Madama dopo la vittoria del collegio a Monza, insieme ad Elisabetta Casellati che sbaraglia tutti in Basilicata. Isabella Rauti ha vinto la sfida contro Emanuele Fiano a Sesto San Giovanni. Mentre nel collegio di Roma centro Lavinia Mennunni trionfa su Emma Bonino.

CENTRODESTRA – Un divario che almeno ufficialmente non preoccupa i diretti interessati sulla tenuta della coalizione: “Siamo sicuri di governare bene. Il buon governo sarà il miglior collante per il Centrodestra: vedo tempi sereni per la politica”, assicura Giovanni Donzelli responsabile organizzazione di Fdi. Parole a cui fa eco Maurizio Lupi: “Non c’è nessun rischio per la coalizione”.

CALENDA – Ammette il risultato non proprio soddisfacente, Calenda: “L’obiettivo di fermare la destra e andare avanti con Draghi non è stato raggiunto – ragiona il leader di Azione – gli italiani hanno scelto di dare una solida maggioranza alla destra sovranista. Consideriamo questa prospettiva pericolosa e incerta. Vedremo se la Meloni sarà capace di governare”. L’ex ministro però rilancia subito il progetto messo in campo con Iv: “Abbiamo il compito di dare una rappresentanza stabile e organizzata all’Italia che cerca una politica seria. Con quasi l’8% dei consensi partiamo da solide basi”.

berlusconi, Calenda, elezioni, Giorgia Meloni, Italia


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080