I soldati di Mosca accusati del nuovo massacro

Ucraina: 13 bambini e una donna incinta fra i 26 civili uccisi nell’attacco russo a convoglio umanitario a Kharkhiv

(Photo by RONALDO SCHEMIDT / AFP)

KIEV – Sono almeno 26 i morti – tra cui 13 bambini e una donna incinta – e a 81 il numero dei feriti dell’ attacco russo contro un convoglio umanitario ucraino a Kupiansk, nella regione di Kharkiv, oggi primo ottobre 2022.

Si tratta del secondo attacco del genere in due giorni, dopo quello di ieri a Zaporizhzhia, costato la vita a 30 persone. Secondo il governatore ucraino della regione, Oleg Sinegubov, “gli occupanti russi hanno attaccato i civili che cercavamo di scappare dai bombardamenti, è una brutalità che non ha giustificazioni”. Questo massacro, affermano alcuni osservatori, dimostra “che i russi sono in gravissima difficoltà e sparano a tutti, come testimoniato dalle intercettazioni dei soldati russi che indicano Putin come un pazzo”.

convoglio umanitario, Kharkhiv, russi


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080