Skip to main content

Cia: “Putin può essere pericoloso”. Disaccordo col Pentagono. E anche ministro Gb nega intenzioni Russia uso arma nucleare

La sede della Cia. EPA/Chris Kleponis / POOL

NEW YORK – Le istituzioni americane non concordano nei confronti della guerra in Ucraina e sulle intenzioni di Putin. Dopo le dichiarazioni tranquillizzanti del capo del Pentagono e del generale Petraeus, che smentivano propositi di interventi nucleari da parte del presidente russo, la Cia, servizio segreto legato al governo, interviene per rilanciare le accuse a Mosca.

Il direttore della Cia Bill Burns afferma infatti: “Il presidente russo Vladimir Putin può essere abbastanza pericoloso e sconsiderato se viene messo alle strette. Putin deve essere preoccupato, non solo di ciò che sta accadendo sul campo di battaglia in Ucraina ma anche di ciò che sta accadendo a casa e a livello internazionale”.

In precedenza anche il ministro della difesa britannico Ben Wallace aveva escluso l’uso di armi nucleari da parte di Putin: “E’ altamente improbabile che Vladimir Putin usi le armi nucleari nel conflitto in Ucraina, ma il presidente russo non sta agendo in modo razionale”, ha detto il ministro, secondo quanto riporta l’Evening Standard.

Anche il Cremlino aveva respinto le accuse occidentali: “L’uso delle armi nucleari da parte della Russia e’ possibile solo in accordo con la sua dottrina sulla deterrenza”. La Tass puntualizza che la dottrina della deterrenza ne prevede l’impiego per rispondere a un attacco nemico con armi di distruzione di massa o missili balistici, ma anche a una “aggressione con armi convenzionali che metta in pericolo l’esistenza dello Stato”. Evidentemente non rientrano in questa casistica i bombardamenti ucraini sulla regione russa di confine di Belgorod piu’ volte denunciati da Mosca. Compreso quello in cui nelle ultime ore e’ rimasta uccisa una donna.

GB, nucleare, putin, usa


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741