Skip to main content

Centrali nucleari Germania: Greta Thunberg rinnega sé stessa, un errore spegnerle

Greta Thunberg ANSA / MATTEO BAZZI

BERLINO – L’attivista per il clima, onnipresente, Greta Thunberg dice la sua anche sull’ipotesi di rinuncia al nucleare da parte della Germania in questo periodo di crisi energetica. E, rinnegando posizioni precedenti, si esprime a favore della continuazione dello sfruttamento di quelle centrali. Che diranno adesso i suoi seguaci (da alcuni definiti “Gretini”) nei prossimi Fridays for Future’?

Greta afferma che spegnerle sarebbe un errore in questo momento di crisi energetica per il Paese. “Se ancora sono in funzione credo che sarebbe un errore spegnerle e passare al carbone”, ha affermato, intervenendo al talkshow di Sandra Maischberger, in onda sul canale ARD, secondo una anticipazione della Dpa.

“È una cattiva idea” puntare sul carbone se “l’altro” è ancora in funzione, per Greta.
    In Germania si dibatte sulla decisione di Robert Habeck di lasciare in riserva due delle tre centrali nucleari ancora in funzione, solo fino ad aprile 2023. L’ecologista ritiene ad ogni modo che bisognerebbe dare priorità alle rinnovabili, invece che continuare ad investire sull’ energia fossile. Anche di fronte alle emergenze procurate dalla guerra bisognerebbe preoccuparsi di quella climatica, secondo Greta: “Ogni guerra è un disastro, e questo su tanti piani. Ma noi dovremmo essere nelle condizioni di occuparci di cose diverse contemporaneamente”.

centrali, germania, Greta, nucleare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741