Skip to main content

Decreto Rave: si della Camera (183 si, 116 no, 1 astenuto) con la regola della “ghigliottina”. Applicata per la seconda volta

L’aula della Camera ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA – Sì definitivo dell’Aula della Camera al dl Rave co la con la “ghigliottina”. I voti a favore sono stati 183, 116 i no, un astenuto. 

Fontana ha annunciato di porre immediatamente in votazione il decreto “constatato il numero di interventi e preso atto della impossibilità di un orario condiviso sulla conclusione dell’esame del decreto in scadenza oggi. Come annunciato in precedenza, considerato che tutte le fasi del procedimento si sono svolte e tutti i gruppi hanno pronunciato una dichiarazione di voto mi vedo costretto nell’esercizio delle mie responsabilità a porre immediatamente in votazione il decreto legge al fine di assicurare che la conversione avvenga nei tempi costituzionali”.

La “ghigliottina” è il traumatico espediente regolamentare in base a cui la presidenza della Camera può decidere di porre in votazione un decreto legge nell’imminenza della scadenza anche se non se ne è ancora esaurito l’esame ordinario: è la seconda volta ad accadere nella storia repubblicana.

Anche se più volte minacciata, la prima ghigliottina la mise Laura Boldrini, allora presidente della Camera, il 29 gennaio 2014 sul decreto legge Imu-Bankitalia, dopo l’ostruzionismo del M5S al provvedimento che aveva messo a rischio la conversione in legge 

Fu durante la presidenza Violante che si pose il tema se – sui decreti legge – potesse configurarsi o meno il tema della “ghigliottina” distinto dal “contingentamento”.

Ci si domandò, insomma, se, all’approssimarsi della scadenza dei 60 giorni (entro cui da Costituzione il decreto dovrebbe essere convertito) la Presidenza, a prescindere dal previo contingentamento della discussione, potesse mettere ai voti il disegno di legge di conversione. E la risposta che venne data, sia durante la presidenza Violante, sia durante quella di Casini, fu affermativa.

camera, decreto, rave

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741