Skip to main content

Ucraina: uccisi 188mila soldati russi. Gli Usa: “Dalla Corea del Nord missili alla Wagner”. Donna morta a Kharkiv

Devastazione in Ucraina provocata da missili lanciati dai russi

KIEV – Un bilancio tremendo, la guerra in Ucraina: anche per le famiglie russe che hanno visto partire, e non torfnare vivi, i loro ragazzi. Lo Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine afferma infatti che “le perdite della Russia, in Ucraina, hanno superato la soglia psicologica di 120.000 militari”. Ma gli Usa stimano che i soldati morti in combattimento per il Cremlino siano addirittura 188mila. E sempre gli Stati Uniti hanno rilasciato foto di vagoni ferroviari russi in viaggio dalla Federazione alla Corea del Nord e ritorno a novembre, in quella che gli Usa ritengono sia stata la consegna iniziale di razzi e missili per l’uso da parte dell’organizzazione mercenaria Wagner Group in Ucraina.

Signgifica che anche la Russia ha bisogno di aiuti, che arrivano dall’Iran e da ovunque sia possibile. Lo scrive la Cnn pubblicando immagini e mappe del trasporto di armi su ferrovia. Ieri l’amministrazione Usa ha preannunciato che il Dipartimento del Tesoro statunitense designerà l’organizzazione mercenaria russa Wagner Group come “organizzazione criminale transnazionale” e imporrà ulteriori sanzioni la prossima settimana contro il gruppo e la sua rete di supporto in tutto il mondo. Un alto funzionario dell’intelligence occidentale ha dichiarato ieri che l’Occidente è “certamente preoccupato che la Corea del Nord possa pianificare di espandersi e fornire più attrezzature militari o sostenere tali consegne”.

Ma torniamo alle perdite russe: “Nel corso dell’ultima giornata, 860 nemici sono stati eliminati, ora le perdite totali della Federazione Russa dal 24 febbraio a oggi ammontano a 120.160 soldati russi”, si legge nella dichiarazione dello Stato maggiore.

Secondo le stime degli Usa, il numero delle vittime russe potrebbe aver raggiunto quota 188.000 dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina: il dato è stato rivelato al quotidiano Sun in occasione del vertice di Ramstein in Germania.

Il quotidiano ha attribuito le cifre a “fonti della Difesa”, dopo che il generale statunitense Mark Milley ha affermato che la Russia ha subito “un’enorme quantità di vittime, ben oltre 100.000”. Si ritiene che il numero di vittime includa sia le forze russe che il gruppo di mercenari Wagner.

Nella città di Vovchansk, nella regione orientale di Kharkiv, una donna è morta a causa di una granata lanciata dalle truppe russe che ha colpito la sua abitazione. ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale Oleg Synegubov. “Il nemico continua a terrorizzare la popolazione civile della regione di Kharkiv negli insediamenti di confine dei distretti di Kupyan, Chuguyiv e Kharkiv. Durante la giornata di ieri, gli occupanti hanno bombardato Vovchansk, Kupyansk, Strilecha, Vilcha, Ogirtseve e altri insediamenti con artiglieria, carri armati e mortai.

Corea del Nord, missili, Russia, Ucraina, usa


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741