Skip to main content

Italia battuta dall’Inghilterra (1-2). Non basta il gol di Retegui. Mancini: “Meritavamo il pareggio”. Pagelle

Mateo Retegui in azione durante il primo tempo del match contro l’Inghilterra allo stadio Maradona di Napoli (ANSA/CIRO FUSCO)

NAPOLI – Dopo 62 anni (era il 1961), l’Italia ha perso nuovamente in casa contro l’Inghilterra. Nonostante il gol di Mateo Retegui nella ripresa, gli azzurri cominciano non bene la nuova avventura verso Euro 2024. Maale il primo tempo dell’Italia, meglio la ripresa. Due gol nel primo tempo (Rice e Kane) hanno dato fiducia agli inglesi.

SENZA JUVENTINI – La nazionale, senza giocatori juventini dopo 29 anni, ha interrotto la serie positiva nei confronti degli inglesi, mostrando problemi in tutti i reparti. Nel primo tempo i “leoni” hanno ruggito e gli azzurri hanno belato. Nella ripresa il gol di Retegui ha ridato coraggio agli azzurri. Il risultato è rimasto in bilico. Con i cambi l’Italia s’è desta. L’Inghilterra, nel finale, ha perso Shaw, espulso. L’Italia, in superiorità numerica, ha attaccato e forse avrebbe meritato il pareggio.

RIVINCITA – Diciamo pure chegli inglesi si sono presi la rivincita dopo aver perso il titolo europeo a Wembley. La sconfitta lascerà qualche traccia nel clan azzurro, dove si sperava di dimenticare l’amarezza dell’esclusione dal Mondiale e di replicare i successi. E’ ovvio che le discussioni sulle carenze del calcio italiano nella cura dei vivai continueranno.

RETEGUI – Mancini, che a caldo ha fatto sapere che l’Italia avrebbe meritato almeno il pareggio, Mancini è un uomo che crede nelle proprie idee e alla politica dei giovani, che porterà avanti, ma in questa occasione ha raccolto poco, dopo aver dato fiducia ai collaudati giocatori che lo seguono da tempo, con la solo novità Retegui, un oriundo venuto da lontano che potrebbe rinverdire antiche tradizioni e che ha cominciato con un promettente gol.

VIALLI – Southgate non gode di buona stampa, ma crediamo che questa vittoria gli gioverà. Le possibilità di qualificazione degli azzurri agli Europei restano comunque intatte, visto che i posti sono due. Ma non dobbiamo cullarci su questo fattore. Ricordato Vialli anche con una scritta sul colletto della maglia azzurra, con la scritta “Luca azzurro per sempre”, davanti a 44.536 spettatori, il calore del pubblico di Napoli ha tentato di spingere la nostra Nazionale. Invano. Gli azzurri hanno cominciato in avanti, ma poi Saka e Bellingham hanno insidiato la porta azzurra e al 13′ su tiro di Kane è stato respinto su Rice, che ha insaccato da sette-otto metri. Gli azzurri si sono quasi smarriti e gli inglesi hanno attaccato. Phillips ha tirato fuori di un palmo. Al palleggio della squadra di Southgate, gli azzurri hanno risposto con un tentativo di Retegui e un tiro di Spinazzola fuori.

SAKA – Poi su un angolo di Saka gli inglesi hanno protestato per un mani di Di Lorenzo: su indicazione del VAR, l’arbitro ha rivisto l’episodio e ha assegnato il rigore. Kane (54 reti, nessuno come lui) ha segnato dal dischetto e questo secondo gol, al 44′, del capitano inglese ha praticamente indirizzato la partita verso la riva inglese. Grealish poi ha graziato Donnarumma da posizione “facile”. Primo tempo da dimenticare per i nostri. Più propositivi gli azzurri nella ripresa con un assedio senza frutti e due angoli. E il gol di Retegui su assist di Pellegrini al 9′ ha rianimato l’ambiente.

POLITANO – Sono entrati Politano (per Berardi) e Cristante (Barella). Gli azzurri hanno cambiato atteggiamento e sono apparsi più incisivi. E’ entrato Foden al posto di Grealish. Ha avuto un’occasione Politano e Gnonto si è fatto vedere. Retegui ha sparato alle stelle. All’11 ‘su assist di Pellegrini, Retegui ha inventato un diagonale vincente che ha riaperto a partita. Sono entrati Gnonto (Pellegrini) e Tonali (Jorginho). L’Italia è decisamente cresciuta. Shaw avrebbe dovuto essere espulso per il secondo giallo che non è arrivato. Rice, già ammonito, ha fatto un fallo da giallo ma è stato graziato.

ARBITRO -L’arbitro Jankovic poi si è ravveduto: inglese espulso a scoppio ritardato. Anche gli inglesi hanno cambiato (in campo James e Gallagher), hanno subito l’offensiva azzurra. Ma il pareggio stato solo sperato. Nella serata napoletana, la retroguardia azzurra ha cominciato male, ha subito parecchio. Poco efficaci i centrali. Il collaudato centrocampo azzurro si è visto poco. Ha ceduto a quello più organizzato degli inglesi. Male Jorginho e Verratti. Meglio nella ripresa con Tonali e Cristante.

GNONTO – In attacco, tutti gli occhi erano puntati sul 23enne Mateo Retegui, esordiente argentino di passaporto italiano, che ha fatto vedere pochissimo del primo tempo, ma si è riscattato segnando nella ripresa. Vivace Gnonto. Southgate, ct inglese, aveva preferito Phllips invece di Henderson a centrocampo e Grealish a Foden davanti. Ma il migliore dei “bianchi” è stato Bellingham. Tornare a vincere contro il meno insidioso avversario maltese, domenica, non dovrebbe essere difficile. Insomma, speriamo che gli azzurri si rimettano presto in carreggiata, dimenticando questa amara sconfitta.

Tabellino e pagelle

ITALIA (4-3-3): Donnarumma 5,5; Di Lorenzo 5, Toloi 5,5, Acerbi 5,5, Spinazzola 6; Barella 5,5 (17′ st Cristante 6), Jorginho 5,5 (24′ st Tonali 6), Verratti 5,5 (43′ st Scamacca sv); Berardi 5 (17′ st Politano 6), Retegui 6, Pellegrini 6 (24′ st Gnonto 6). In panchina: Falcone, Meret, Darmian, Pessina, Emerson, Scalvini, Romagnoli. Allenatore: Mancini 5,5

INGHILTERRA (4-3-3): Pickford 6; Walker 6, Stones 6,5, Maguire 5,5, Shaw 5,5; Phillips 6, Rice 6,5, Bellingham 6 (40′ st Gallagher sv); Saka 6,5 (40′ st James sv), Kane 6,5, Grealish 5,5 (24′ st Foden sv, 36′ st Trippier 6). In panchina: Ramsdale, Forster, Henderson, Dier, Chilwell, Guéhi, Maddison, Toney. Allenatore: Southgate 6,5

ARBITRO: Jovanovic (Serbia)

MARCATORI: 13′ pt Rice, 44′ pt Kane (rig), 11′ st Retegui.

Espulso: al 35′ st Shaw per doppia ammonizione

Ammoniti: Rice, Maguire, Grealish, Jorginho, Walker, Acerbi

Angoli: 7-3


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze PostScrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741