Skip to main content

Tour 2023: passerella per Vingegaard. Nardella a Parigi per la prossima “gran boucle”: che partirà da Firenze

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, con la sindaca di Parigi Anne Hidalgo (Foto Città Metropolitana di Firenze)

PARIGI – Trionfo agli Champs Elysées per Jonas Vingegaard, vincitore del Tour de France 2023. L’ultima tappa è scattata alle 16.40. Il danese conquista la Francia per la seconda volta e ha già annunciato che sarà al via della prossima Vuelta di Spagna.

Un momento dell’ultima tappa del Tour (foto dalla pagina FB del Tour de France)

A vincere la tappa che ha portato agli Champs Elysees è stato il belga Jordi Meeus, bruciando sul filo Jasper Philipsen e Dylan Groenewegen. L’ordine di arrivo dell ultima tappa di 115 chilometri ha visto al quarto posto arrivare Mads Pedersen al quinto Cees Bol, al sesto Biniam Girmay al settimo Bryan Coquard e all’ottavo Soren Waerenskjold. Al nono Corbin Strong e al decismo l’italiano Luca Mozzato.

C’era anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, in occasione dell’arrivo al traguardo dell’edizione 2023 del Tour. Per raccogliere il testimone dalla prima cittadina di Parigi, Anne Hidalgo, pronto a portare in Italia la bandiera dell’edizione 2024: che partirà proprio da Firenze, dal piazzale Michelangelo, e coinvolgerà Toscana, Emilia Romagna e Piemonte.

”Grande emozione a Parigi per questo arrivo del Tour de France che segna il conto alla rovescia per la partenza di Firenze per un’edizione made in Italy che coinvolge tre regioni, Toscana, Emilia Romagna e Piemonte – ha detto Nardella – Da domani il trofeo del Tour sarà in Italia e, in accordo con le altre istituzioni coinvolte, lo mostreremo nelle sedi delle varie tappe e inoltre il comitato promotore realizzerà, d’accordo con il Tour, una serie di appuntamenti di rilevanza nazionale che ci avvicineranno alla fatidica data del 29 giugno quando i più grandi campioni di ciclismo del mondo sfileranno alla nostra città”.

”Ringrazio – ha detto ancora Nardella – gli organizzatori del Tour, la sindaca di Parigi e le istituzioni francesi per le attenzioni che ci hanno riservato. Il ciclismo è uno degli sport più popolari, gli spettatori possono andare nelle strade a vedere i loro campioni e non vediamo l’ora di ricordare la nostra storia con i nostri campioni Bartali e Nencini. Ce la metteremo tutta per fare della Grand Depart 2024 un evento storico e indimenticabile che possa consacrare la nostra città come capitale dello sport”.


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741