Skip to main content

Incidente sul lavoro a Santa Croce sull’Arno: operaio muore nel depuratore. Grave un collega

SANTA CROCE SULL’ARNO (PISA) – Un operaio di 42 anni, originario di Pontedera, è morto oggi, 9 agosto 2023, cadendo in una vasca del depuratore Aquarno, a Santa Croce. L’impianto tratta gli scarichi delle concerie della zona del Cuoio. L’incidente è accaduto poco prima delle 16 nello stabilimento di via del Bosco.

L’operaio stava eseguendo lavori di manutenzione, quando è precipitato in una delle vasche. Anche un collega che lavorava con lui è caduto nell’impianto, ma è stato salvato e trasportato all’ospedale di Cisanello con l’elisoccorso Pegaso. Secondo una prima ricostruzione i due operai erano impegnati in quota nello smontaggio della copertura di una vasca di ispessimento fanghi.

Il cadavere dell’operaio deceduto è stato trasferito all’Istituto di Medicina Legale, a Careggi.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, i Vigili del fuoco, i sanitari del 118 e gli addetti della medicina del lavoro per le verifiche del caso e la ricostruzione esatta della dinamica dell’incidente.

AGGIORNAMENTO DELLE 19.15

Cordoglio dei sindaci di Santa Croce sull’Arno, Giulia Deidda, di Castelfranco di Sotto, Gabriele Toti, e di Fucecchio, Alessio Spinelli. “Siamo scioccati – sottolineano in una nota – per quanto accaduto questo pomeriggio al depuratore che serve le aziende del settore conciario del Comprensorio del cuoio, l’impianto gestito dal consorzio Aquarno. Non conosciamo ancora la dinamica dell’incidente e quindi ci asteniamo al momento da valutazioni e giudizi. Resta il fatto che una persona è deceduta a causa di un incidente sul lavoro e una seconda è rimasta coinvolta. Dobbiamo rimarcare con forza quanto il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro sia centrale nel nostro paese. In Italia occorre fare di più per evitare gli incidenti sul lavoro”.

Cordoglio arriva anche del capogruppo della Lega in Consiglio regionale Elena Meini: “Purtroppo dobbiamo registrare l’ennesimo decesso di un lavoratore nella nostra regione – sottolinea – e questo ulteriore lutto deve farci attentamente riflettere. La frequenza di questi gravi incidenti è tale, che devono essere poste immediatamente in essere tutte le più idonee contromisure per stoppare tutte le morti sul lavoro-precisa l’esponente leghista”.

“Una tragedia inaccettabile”. Così il presidente Eugenio Giani, dichiarandosi atterrito, commenta quanto accaduto oggi a Santa Croce sull’Arno. “Di fronte a una morte così atroce e a incidenti di questo tipo – prosegue Giani – devo ricordare ancora una volta quanto importante sia concentrarsi sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, uno dei temi fondamentali dell’agenda politica, su cui anche la Regione Toscana sta ponendo tutta la sua attenzione e il suo impegno e lo farà ancora di più, per combattere questo fenomeno drammatico, indegno di un paese civile. Esprimo il mio cordoglio e sono vicino alla famiglia dell’operaio in questo momento di dolore”.

incidente sul lavoro, operaio muore nella vasca del depuratore, santa croce sull'arno


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741